Anticipazioni Le Invasioni Barbariche: ospiti Pierfrancesco Favino, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu

Domani, ore 21:10 circa, su La 7. Cosa avrà escogitato Daria Bignardi per la seconda punta de Le Invasioni Barbariche in onda domani, venerdì 27 gennaio 2012, su La 7 alle 21:10 circa? Seguendo il programma e la conduttrice sui vari social network, Facebook e Twitter, si possono scoprire alcune anticipazioni e si preannuncia così una puntata scoppiettante tanto quanto la prima (che si può rivedere sul sito) in cui si sono alternati personaggi del calibro di Roberto Saviano, Lorenzo Jovanotti e I soliti idioti.

La puntata di domani. Chi saranno quindi i prossimi ospiti? Si vocifera che in studio, pronti per farsi intervistare dalla conduttrice ci saranno Pierfrancesco Favino, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Il primo, che pare aver già suscitato parecchie approvazioni nella schiera dei fan del programma che lo attendono con ansia ricordando le sue passate ospitate, presenterà anche il film ACAB (All Cops Are Bastards), nelle sale italiane, proprio domani, 27 gennaio. Oltretutto, già dal 16 gennaio e fino a domani, lo stesso Favino è impegnato ai microfoni di Radio 2 in “Acab, la polveriera” ovvero un particolare progetto on air dalle 19 e 50 dal lunedì al venerdì che si ispira al libro di Carlo Bonini e che tenta di andare oltre la semplice contrapposizione buoni contro cattivi. Luca e Paolo, invece, porteranno la loro comicità nello studio televisivo milanese e magari sveleranno qualche piccolo particolare sulla nuova avventura che li vedrà presto protagonisti sull’ammiraglia Mediaset per la conduzione di Scherzi a Parte.

Il programma. Le Invasioni Barbariche è sostanzialmente un talk show che si sviluppa in tre “interviste barbariche” a personalità di spicco provenienti dall’area politica, da quella dello spettacolo o da quella della cultura, alternati a due dibattiti incentrati su tematiche legate all’attualità e al costume. Il tutto in diretta da Milano per la regia di Fabio Calvi, la scenografia di Francesca Montinaro e con la sigla di Gipi.

Alessandra Solmi