Pignoramenti anche ai Vip: è la volta di Luca Laurenti

Equitalia, Luca Laurenti– E’, quella del governo Monti, una guerra aperta contro l’evasione fiscale: mentre ancora i furbetti di Cortina stanno piangendo la loro perpetrata evasione al fisco, adesso tocca alla popolare spalla di Paolo Bonolis, Luca Laurenti. Equitalia ha, infatti, disposto il pignoramento di sei appartamenti in zona corso Buenos Aires, a Milano, per un valore totale di cinque milioni di euro; l’Agenzia delle Entrate contesta al comico il fatto di non aver pagato, nel periodo 2000-2005, imposte Irap per l’ammontare di 2 milioni di euro. In realtà si tratterebbero di tasse dichiarate dall’esilarante Laurenti, ma mai versate a causa di un contenzioso avviato da lui e dalla moglie, Raffaella Ferrari, fin dal 2007.

La difesa- Tra un paio di settimane la Corte d’appello si pronuncerà e, se la sentenza sarà definitiva, gli appartamenti potrebbero essere messi all’asta dall’ufficio delle esecuzioni del tribunale di Milano. Mentre la coppia Laurenti non si pronuncia sull’accaduto dinanzi ai media, è il legale a spiegare la posizione dei due: non è stata pagata l’imposta Irap in quanto essa è un’imposta regionale sulle attività di liberi professionisti, percepita in base al fatturato delle loro aziende, e di fatto il suo cliente non dispone di un’organizzazione professionale con segretarie, uffici, e tutto ciò che di norma è presente in studi di avvocati, commercialisti, ecc. Tale tesi si è già dimostrata perdente nel primo grado di giudizio, e soprattutto ha fatto trascinare il contenzioso tanto a lungo da far lievitare ad oggi l’ingente somma che a malincuore il nostro amato Laurenti sarà costretto a pagare.

Rosaria Cucinella