Tir bloccano il sud Italia

Presidi di autisti – Non accenna a diminuire la protesta degli autotrasportatori che sta causando gravi disagi alla viabilità sulla rete autostradale, soprattutto al Meridione. Gli stabilimenti Fiat di Melfi, Cassino, Pomigliano e Mirafiori rimarrano chiusi a causa dello sciopero che impedisce la consegna di elementi fondamentali per la catena produttiva. In Campania sono bloccati i mezzi degli autocompattatori che dovrebbero sgomberare la città dai rifiuti, creando così una nuova emergenza spazzatura. Grandi disagi anche in Calabria e in Sicilia, a causa delle centinaia di Tir che bloccano l’autostrada e che stanno causando degli enormi problemi all’approvvigionamento di negozi e supermercati.

Rischio sanitario – Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, richiama l’attenzione delle autorità sulle merci che verranno consegnate a seguito degli sblocchi che via via si vanno lentamente susseguendo in queste ore, perché le merci, in alcuni casi deperibili, sono rimaste per giorni a bordo dei mezzi, privi dei sistemi di congelamento adeguati o con i refrigeratori spenti. Si rischia perciò un’ emergenza sanitaria, qualora le merci venissero immesse in commercio.

Controlli dei Nas – L’invito di Rienzi al Governo è di intensificare i controlli dei Nas su tutto il territorio per verificare lo stato dei prodotti che verranno consegnati ai negozi e alle grandi distribuzioni per tutelare i consumatori e garantire che i prodotti che acquisteranno non saranno nocivi per la loro salute.

Marta Lock