Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia Usa, Fed: tassi d’interesse fermi e bassi fino a fine 2014

Usa, Fed: tassi d’interesse fermi e bassi fino a fine 2014

Tassi di interesse fermi negli Stati Uniti. Come era nell’aria, la Federal Reserve ha lasciato invariato il costo del denaro tra lo zero e lo 0,25%, sottolineando che i tassi rimarranno eccezionalmente bassi almeno fino alla fine del 2014. La decisione, si apprende dal comunicato della Fed, è stata presa con nove voti favorevoli e uno contrario, quello del presidente della Fed di Richmond Jeffrey Lacker.

Le motivazioni. La banca centrale Usa ha spiegato che l’economia resta in espansione, per quanto moderata, nonostante il rallentamento della crescita globale. Alcuni indicatori, per la Fed, mostrano segnali di ulteriore miglioramento del mercato del lavoro anche se il tasso di disoccupazione rimane alto, mentre le tensioni dei mercati finanziari rappresentano ancora un fattore di rischio per l’outlook economico.
Di conseguenza, la politica monetaria “custodita” dalla banca centrale resta, almeno nelle previsioni, molto accomodante, così da sorreggere una ripresa più marcata dell’economia del Paese. L’inflazione, inoltre, ricorda il comunicato della Fed, è stata contenuta nei mesi recenti, a fronte di aspettative di lungo termine rimaste stabili.

I mercati. Dopo l’annuncio della Fed circa il mantenimento dei tassi d’interesse a livelli “eccezionalmente bassi” almeno fino alla fine del 2014 il Dow Jones e l’indice S&P 500 hanno azzerato le perdite registrate nelle prime ore di negoziazione, mentre il Nasdaq, già positivo dopo l’annuncio dei risultati sopra le attese di Apple, ha ampliato i guadagni.
A proposito di Apple: ieri sera la società faceva registrare un +6,1% a 446,24 dollari, dopo che i risultati del trimestre hanno superato le attese del mercato grazie al boom degli acquisti di iPhone e iPad. Molti broker hanno alzato subito il target price, con Citigroup che lo ha aumentato di 100 dollari a 600 dollari ad azione.

M.N.