Il padre di Amy Winehouse contesta la nuova collezione di Gaultier

Amy Winehouse, Gaultier– Mercoledì, nell’ambito della Paris Fashion Week, si è tenuta l’attesissima sfilata dello stilista Jean Paul Gaultier: meravigliose modelle hanno solcato la passerella tenendo tra le mani una sigaretta, pettinate con l’inconfondibile acconciatura a nido d’ape della star Amy Winehouse. Quello dello stilista francese è un chiaro tributo alla cantante di Rehab, ad appena due giorni dopo l’anniversario di sei mesi della sua morte. Nonostante lo stilista abbia voluto dedicare un’intera collezione alla cantante scomparsa, non si sa bene se per stima della Amy artista o della Amy dallo stile artistico, proprio la famiglia Winehouse non ha apprezzato la cosa. Secondo quanto riportato dal Sun, il padre della cantante, Mitch, avrebbe definito di “cattivo gusto” la collezione d’alta moda di Gaultier, esprimendo tutto il dolore e la devastazione provata dai familiari nel vedere le foto della sfilata.

 

La contestazione a Gaultier– Secondo il padre della Winehouse, quello dello stilista francese è stato semplicemente un modo per sfruttare l’immagine della cantante e attirare attenzione e soldi su di sé. In realtà nella moda si erano già in passato verificati casi d’imitazione della cantante: sulla copertina di Vogue Italia era stato riprodotto fedelmente il suo look, oppure Eva Mendes è stata ultimamente avvistata sul set di Holly Motors abbigliata e truccata proprio come la diva scomparsa. Inoltre i più cinici si scagliano contro Mitch Winehouse: egli non avrebbe digerito quanto fatto da Gaultier in quanto soltanto lui detiene il business intorno al nome della figlia: infatti, qualche tempo fa l’uomo ha organizzato una grande asta di abiti della figlia.

Rosaria Cucinella