Le tessere di Scilipoti tra taoismo e apparizioni prodigiose

Domenico Scilipoti è diventato l’icona di un folklore politico capace di esasperare la diffidenza degli elettori nei confronti dei loro rappresentanti. L’ex dipietrista “folgorato” sulla via di Arcore – che più di un anno fa consentì al governo Berlusconi di sopravvivere –  ha dato il “la” a una serie di iniziative che hanno calamitato l’attenzione dei media, suscitando divertimento e indignazione insieme. L’ultima del “responsabile” è la realizzazione della nuova tessera del Mrn (Movimento di responsabilità nazionale), sul cui sfondo il deputato ha riportato l’immagine in bianco e nero di una folla di fedeli accorsi dopo l’apparizione della Madonna (nel 1944) nel Bergamasco.

I fedeli sullo sfondo – Per associarsi al Movimento di Responsabilità nazionale bisognerà, per lo meno, avere qualche familiarità col misticismo. E’ questa l’impressione che si ricava osservando la nuova tessera presenta da Domenico Scilipoti, che ha deciso di puntare su un ardito mix religioso, capace di “frullare” le apparizioni della Madonna con il taoismo cinese. Secondo gli osservatori più attenti, infatti, lo sfondo delle tessere del Mrn proporrebbe una foto storica del 1944, con una folla oceanica di fedeli  giunti a Ghiaie di Bonate (in provincia di Bergamo) dopo 13 apparizioni della Madonna.

Un partito “open mind” – Ma non è tutto perché l’ex esponente dell’Idv ha voluto strafare riportando sulla parte centrale della tessera un cerchio in cui compare – a carattere cubitali – il suo cognome e poco più sotto il simbolo del tao cinese. Un’ardita sperimentazione grafica (e mistico-filosofica) con cui il “responsabile” cercherà di acquisire nuovi adepti, puntando su quell'”apertura mentale” indispensabile  per comprendere e apprezzare le spericolate manovre politiche del suo Movimento.

Maria Saporito