E’ morto Oscar Luigi Scalfaro, il nono Presidente della Repubblica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:42

E’ morto Oscar Luigi Scalfaro. Salito alla Presidenza della Repubblica 48 ore dopo l’uccisione del giudice antimafia Giovanni Falcone,  Oscar Luigi Scalfaro è stato il capo dello Stato del periodo di Mani Pulite, l’inchiesta che di fatto stroncò la prima Repubblica. Il magistrato di origini calabresi dovette quindi gestire il difficile passaggio alla seconda, che vide anche la discesa in campo e la salita alla Presidenza del Consiglio, nel 1994, di uno degli uomini politici più discussi della recente storia d’Italia, Silvio Berlusconi. Scalfaro è infatti stato Presidente della Repubbica (il nono), dal 1992 al 1999.  E’ stato parlamentare fin dall’entrata in vigore della Costituzione, nel 1948, e precedentemente al suo ruolo di capo dello Stato ha ricoperto anche quelli di Presidente della Camera e del Senato.

Io non ci sto. In quegli anni di cambiamenti epocali, Scalfaro venne coinvolto il una delicata inchiesta che lo vedeva accusato di aver gestito i “fondi neri” del Sisde (i servizi segreti italiani), utilizzati ad uso personale nel periodo in cui ricopriva la carica di Ministro dell’Interno. Accuse che Scalfaro respinse il tre novembre 1993,  a reti unificate con il celebre “Io non ci sto”. Nell’occasione parlò anche di “gioco al massacro” imputando l’origine della vicenda ad una sorta di vendetta perpetrata dalla politica appartenente alla prima Repubblica.

Il cordoglio di Napolitano. L’attuale Presidente della Repubblica ha ricordato con profonda commozione l’amico e predecessore, che ha definito “un protagonista della vita politica democratica nei decenni dell’Italia repubblicana, esempio di coerenza ideale e di integrità morale”.  Scalfaro era Senatore a vita dal 1999.

A.S.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!