Pagelle Juventus-Udinese: Matri cecchino, Handanovic super, Vidal impreciso

Pagelle Juventus-Udinese – Tre punti d’oro. Anzi sei, come aveva detto Conte alla vigilia sottolineando l’importanza del match. La Juventus batte l’Udinese 2-1 e si porta per (almeno) qualche ora a +4 sul Milan, facendo un balzo forse decisivo in chiave Champions: male che vada, questa sera i bianconeri avranno sei lunghezze di vantaggio dal quarto posto. La gara di ieri sera, caratterizzata da una neve battente, è stata decisa da Alessandro Matri. Il centravanti bianconero, schierato in coppia con Quagliarella, ha messo a segno la doppietta da tre punti: primo gol al 42′ su respinta corta di Handanovic, raddoppio al 17′ della ripresa con una bella girata di sinistro. Nel mezzo, il momentaneo 1-1 firmato da Floro Flores. “Era una partita che temevo molto – ammette Conte al termine della gara –. Sappiamo che loro sono una squadra che fa questo tipo di calcio fatto di ripartenze e con giocatori di grande qualità: questo, oltre al lavoro di Guidolin, spiega perché l’Udinese arriva davanti alla Juve da diversi anni. Noi abbiamo disputato una buona partita, con sacrificio, anche se nel finale abbiamo pagato la stanchezza della gara di Coppa Italia“. Deluso Guidolin, che aveva sperato di portar via da Torino un risultato positivo: “Sappiamo di poter fare meglio di così e mi dispiace non averlo fatto. Peccato, perché abbiamo avuto le occasioni per pareggiare e anche per andare in vantaggio. Comunque faccio i complimenti ai miei giocatori: hanno dato tutto quello che avevano“.

JuventusMatri 7,5: Quando, al 24′, si presenta davanti ad Handanovic e spreca controllando male e calciando addosso al portiere sloveno, dalle tribune partono i primi fischi. L’ex centravanti del Cagliari si tappa le orecchie e a fine primo tempo zittisce tutti, segnando da vero rapace d’area il gol del primo vantaggio. La perla, però, arriva più tardi, quando l’Udinese ha pareggiato e ha anche sfiorato il raddoppio: controllo spalle alla porta e girata di sinistro nell’angolino. Oltre a Matri, anche Barzagli merita una nota di merito: ieri è stato insuperabile, e ormai non fa più notizia. Barzagli 7,5, Buffon 7, Bonucci 6,5, Pirlo 6,5, Giaccherini 6,5, Marchisio 6,5, Chiellini 6, Estigarribia 6, Pepe 6, Quagliarella 6, Lichtsteiner 5,5, De Ceglie s.v., Vidal 5: Dopo una prima parte di stagione su livelli altissimi, nel nuovo anno il cileno sta accusando una preoccupante flessione. E non sembra tanto (o solo) un problema fisico: anche ieri, dal punto di vista della quantità, a centrocampo si è fatto sentire. Quella che improvvisamente sembra essersi smarrita è la lucidità: troppi palloni persi banalmente, alcuni anche in zone pericolose. Non è un caso che il gol friulano sia nato proprio da un suo errore in fase d’appoggio (All. Conte 6,5).

UdineseHandanovic 7: Neanche il tempo di piazzarsi tra i pali che si ritrova Estigarribia lanciato verso la sua porta: siamo al 2′ e il portiere sloveno compie il primo grande intervento della serata. Il secondo arriva a metà frazione, quando è Matri a presentarsi in perfetta solitudine davanti alla sua porta: altra uscita perfetta ed altro salvataggio. Nel finale di tempo c’è spazio per un’altra grande parata su colpo di testa di Quagliarella, ma sulla respinta Matri non fallisce. Incolpevole sul secondo gol: il sinistro dell’attaccante juventino va a morire proprio nell’angolino. Isla 6,5, Armero 6,5, Pasquale 6,5, Floro Flores 6,5, Danilo 6, Basta 6, Di Natale 6, Domizzi 5,5, Fernandes 5,5, Abdi 5,5, Battocchio s.v., Pereyra s.v., Ferronetti 5: Quando la Juve spinge, lo fa con insistenza proprio dalle sue parti. Certo, Fernandes non è esattamente una diga insuperabile e non dà una grande mano alla difesa: anche il difensore di Guidolin, però, ci mette del suo, “ballando” quando Giaccherini avanza e dialoga con le punte. La serata storta si chiude con il gol del 2-1: concede troppo spazio a Matri che riesce a girarsi e chiudere in rete di sinistro (All. Guidolin 5,5).

Pier Francesco Caracciolo