Firmato l’accordo Italia-Francia per la Torino Lione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:58

Accordo bilaterale – L’accordo raggiunto il 20 dicembre 2011 prevedeva che i lavori esecutivi della linea ferroviaria ad alta velocità, venissero affidati a una società italo-francese con sede legale in Francia e uffici tecnici a Torino, e la firma tanto attesa era fondamentale per avviare il progetto. L’accordo bilaterale Francia-Italia è stato sottoscritto, nella riunione odierna tenutasi a Roma, dal vicepresidente alle Infrastrutture Mario Ciaccia e il ministro dei Trasporti francese, Thierry Mariani.

Massimo importo finanziabile – Il costo dell’opera si aggira intorno agli 8,2 miliardi di euro ed entrambi gli stati coinvolti sono intenzionati a chiedere alla Commissione europea il massimo importo finanziabile, cioè il 40% del totale. Se l’Ue accogliesse la richiesta 3,3 miliardi sarebbero a carico dell’Europa, e dei rimanenti 5,1, il 57,9% pari a 2,7 miliardi sarebbe a carico dell’Italia e il 42,1%, pari a 2,2 miliardi, della Francia.

Operativa nel 2023 – Se i lavori procederanno secondo la tabella di marcia prevista, che prevede l’inizio dei lavori nel tunnel della Maddalena nel 2012, e quello  effettivo dell’opera nel 2013, la linea ad alta velocità, che collegherà il capoluogo piemontese con Lione, sarà operativa già nel 2023. Ciaccia, facendo riferimento alle numerose e a volte violente manifestazioni, si è detto fiducioso che anche quella minoranza considererà con il tempo l’alta utilità della linea ferroviaria, considerata indispensabile e strategica per il paese dalla maggior parte degli italiani.

Marta Lock

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!