L’infedele, puntata del 30 gennaio: la sinistra e il governo tecnico

L’infedele, puntata del 30 gennaio – Nella puntata di stasera de L’infedele, in onda alle ore 21.10 su La7, Gad Lerner, assieme a tanti ospiti, discuterà sulla sinistra italiana, che si vede “costretta” ad appoggiare il governo tecnico di Monti.

Gli ospiti – Tra gli ospiti di stasera ci sarà Alberto Asor Rosa, storico della letteratura e autore di un saggio su Il Manifesto, in cui parla del dopo Berlusconi e descrive quali sono i pilastri su cui regge il nuovo governo Monti: sintonia con Napolitano, appoggio sia dell’Europa sia della Chiesa, patriottismo, tendenza al centrismo in politica. A questo punto sorge spontanea una domanda: “Qual è il ruolo della sinistra in tutto ciò?”. Paradossalmente questo governo tecnico sembra ottenere maggiori consensi a sinistra invece che a destra: “E se la maggioranza, una maggioranza controvoglia, non riuscisse a combattere il desiderio di quella destra che è contro il governo Monti di far cadere il governo? Toccherebbe, poi, alla sinistra schierarsi con questo governo tecnico?”. A discutere su tutto ciò ci sarà, inoltre, in collegamento da Parigi, il politologo Marc Lazar; in studio presenti Enrico Rossi, Presidente della regione Toscana, l’attrice Lella Costa, Tania Rispoli, attivista del centro sociale romano di San Lorenzo, l’economista Michele Salvati, il finanziere Vladimiro Giacchè, l’operaio Ficantieri di Sestri Ponente Giulio Troccoli e Maurizio Zipponi dell’Idv. A concludere questa puntata de L’infedele il dibattito tra Marco Colombo, sindaco leghista di Sesto Calende, e Lynda Dematteo, antropologa e autrice del libro intitolato L’idiota in politica, volume la cui lettura è impedita proprio dal sindaco Colombo.

G. T.