Misteri del web: le immagini più strane di Google Earth

Grazie a Google Earth, il celebre software che permette di vedere l’intero pianeta Terra attarverso immagini satellitari, ognuno di noi può diventare un esploratore “da poltrona”, scoprire luoghi misteriosi e curiosità disseminate qua e là per il mondo. Ecco alcune delle scoperte più strane e interessanti, frutto delle fatiche degli “osservatori”. Iniziamo con la svastica di San Diego. Questa immagine ha dell’incredibile: si tratta di una base della Marina Militare americana a forma di svastica. L’edificio fu costruito nel 1967, e sembra non avere dei legami diretti con il nazismo. Ma la Marina statunitense, visto il proliferarsi di segnalazioni sul web, ha deciso di spendere oltre 600.000 di dollari per lastricarne il soffitto con dei pannelli solari, nascondendo così l’infelice forma dell’edificio  “Non vogliamo essere associati a qualcosa di odioso come una svastica”, ha fatto sapere un portavoce.

Un lago rosso sangue– Le coordinate 33.396157° N 44.486926°ci portano a Sadr City, popoloso sobborgo di Baghdad, dove non si può fare a meno di notare un enorme lago rosso sangue. La scoperta risale al 2007, e fino ad oggi non è giunta alcuna spiegazione ufficiale per lo strano colore dell’acqua. Le ipotesi raccolte sul web sono svariate, e vanno dagli effetti dell’inquinamento ai trattamenti di depurazione. Un testimone avrebbe inoltre affermato che il rosso del lago sarebbe davvero sangue: quello proveniente dai macelli spesso scaricato nelle acque del lago.

Il cimitero degli aerei – Siamo a Tucson, Arizona, dove, alle coordinate 32 08’59 .96 “N 110 50’09 0,03” W è possibile ammirare una distesa di aerei parcheggiati ordinatamente nel bel mezzo del deserto. Si tratta della Davis-Monthan Air Force Base, che ospita circa 5000 aerei in disuso, dai più recenti ai protagonisti della seconda guerra mondiale come il celebre B52 e persino prototipi mai entrati in servizio. Il clima arido dell’Arizona preserva dall’usura i velivoli pensione, che vengono stoccati e sigillati con materiali protettivi. Se volete ammirare questi aerei da vicino, senza spostavi nel Nuovo Continente, sappiate che Google Earth offre delle immagini ad altissima risoluzione.

Le rovine di Atlantide? – Date un’occhiata a questa immagine. Non sembra forse di scorgere i resti di una città sommersa? Gli osservatori che si sono imbattuti in quest’area, al largo delle coste dell’Africa, non hanno potuto fare a meno di pensare alla mitica Atlantide, sopratutto dopo aver notato impressionanti similitudini con le planimetrie delle antiche città. La risposta è arrivata direttamente dagli addetti ai lavori di Google Earth, i quali hanno subito spiegato che la griglia che si scorge dall’alto è un mero effetto digitale creato dai sonar delle imbarcazioni addette alla raccolta dei dati per la mappatura della zona.

Ufo in Australia – Lo scenario che si scopre alle coordinate30°30’38.44″S 115°22’56.03″E, è certamente noto agli “osservatori” di Google Heart: stiamo parlando del celebre triangolo con diverse luci luminose all’interno che compare al centro di un campo. Quando fu scoperto, nel 2007, gli appassionati di ufologia si affrettarono a definirlo un UFO nell’atto di librarsi sulla Terra. Per gli utenti più scettici la strana forma potrebbe essere, con tutta probabilità, un’antenna per la trasmissione e la ricezione di segnali di controllo legati ad un parco eolico che si erge nelle vicinanze.

Il guardiano di Badlands: è questo il nome con cui la gente del posto (Alberta, in Canada) ha ribattezzato il “volto” che si può ammirare qui. La figura somiglia in modo impressionante a una testa umanadi profilo che indossa un copricapo simile a quelli dei nativi americani ed è frutto della natura : si tratta di una valle d’argilla “scolpita” dall’azione dell’acqua e del vento. L’esistenza di questa meraviglia geologica è stata scoperta proprio grazie ad un’utente di Google earht, Lynn Hickox

Sabina Delle Rose