Serie A, Roma – Bologna 1-1: a Di Vaio risponde Pjanic

Serie A, Roma – Bologna – Il Bologna recupera un punto importante all’Olimpico di Roma, vendicando la sconfitta dell’andata che al Dall’Ara aveva dato il là alla ripresa dei giallorossi: Luis Enrique, dalla sua, con un attacco rimaneggiato, deve dire addio ai sogni di scavalcare la Lazio, per ora, in attesa del recupero contro il Catania il 7 febbraio. Hanno però da recriminare i felsinei, che con Di Vaio vanno più volte vicini al goal, soprattutto nel primo tempo, quando, superato Stekelenburg, è Juan ad opporsi al goal dell’attaccante ex Lazio e Salernitana.

Squadre attendiste – Luis Enrique inserisce Greco a metàcampo e in attacco conferma Borini al posto di Bojan: Pioli sceglie Taider, invece, insieme con Diamanti in mezzo al campo. Al 1′ è già Roma: Totti trova però Gillet preparato che in due tempi ferma tutto. Al 6′ dialogano bene Taddei e Borini, col brasiliano che poi arriva alla conclusione di sinistro, inutile però. Al 18′ ancora Totti crea una parabola interessante per la palla, che però finisce alta, mentre il suo tentativo al 28′ sfiora di poco il palo. Dalle parti di Stekelenburg si registra, invece, soltanto un velleitario tentativo di Raggi, su calcio d’angolo, che a due metri dalla porta manca il tap-in vincente. Si va negli spogliatoi senza alcuna emozione.

Girandola di cambi e di goal – Al 5′ del primo tempo il Bologna sembra destinato a compiere il miracolo: Di Vaio scatta sul filo del fuorigioco, brucia Juan, supera Stekelenburg, ma si fa beffare dal brasiliano sul suo piatto destro lento e impreciso. Occasione sprecata. Ci riprova all’11’ l’attaccante rossoblu e stavolta è quella buona: Di Vaio ruba palla a Juan e col sinistro infila il portiere olandese della Roma, che non può nulla. Bologna in vantaggio all’Olimpico. Passa però davvero poco e dopo la giostra dei cambi che portano Bojan e Simplicio in campo, tocca a Pjanic, entrato in campo rinvigorito dai 15′ di riposo, trovare l’1 a 1: l’ex centrocampista del Lione sigla dai 20 metri una punizione di grande fattura che regala la gioia al suo pubblico. La Roma non ci sta e vuole anche la vittoria, che potrebbe palesarsi sui piedi di Simplicio: il brasiliano però al 22′ colpisce in pieno l’esterno della rete vanificando l’azione di Pjanic. Succede ben poco fino alla fine.

Mario Petillo