Smartphone e tablet sempre più utilizzati per lavoro

Smartphone, lavoro – Articoli di elettronica sempre più diffusi, gli Smartphone permettono di accedere ad un sacco di informazioni dal palmo della propria mano. Ed è anche per questo che una ricerca ha evidenziato che questi apparecchi (ma anche i tablet con le relative app) sono i più utilizzati sul lavoro: la ricerca Avanade che ha coinvolto oltre 600 dirigenti di 17 Paesi ha rilevato che nell’88% dei casi i dipendenti utilizzano sul posto di lavoro i propri dispositivi tecnologici, che raggiunge il 90% per l’Italia. Un fenomeno tutto moderno che prende il nome di Byod, cioè bring your own device (porta con te il tuo dispositivo).

Tecnologia pret a porter – Italia in prima linea dunque per quanto riguarda questo fenomeno, che ha indagato anche un altro aspetto della cosa: chi consulta e, quindi, “porta con sè” il proprio dispositivo elettronico sul posto di lavoro, non lo fa come si potrebbe malignamente pensare per accedere a Facebook o ai vari social network, e quindi per svago, ma lo fa per accedere ad applicazioni inerenti il lavoro e quindi rivolte ad aumentare la produttività. Strano ma vero: per una volta non siamo a commentare un malcostume italiano, ma una nuova buona abitudine che potrebbe migliorare lo stile di vita e il luogo di lavoro degli italiani.

R. A.