Lifegate: speciale Luigi Tenco (foto)

Tributo Luigi Tenco, Lifegate Radio, Foto. Alla Salumeria della Musica di Milano va in scena RockFiles, programma di Lifegate Radio che in questa occasione propone quattro artisti italiani che hanno collaborato alla realizzazione di un doppio disco tributo a Luigi Tenco, celebre cantautore, in occasione del quarantacinquesimo anniversario della sua prematura scomparsa. Presentatore dello show Ezio Guaitamcchi, giornalista e scrittore musicale tra i più esperti in Italia nonché  speaker di LifeGate.

Il primo ospite della serata è Giancarlo Onorato, musicista italiano, curatore e ispiratore dell’album tributo. Tra le due canzoni proposte dal chitarrista monzese spicca la sua originale interpretazione di “Angela”. Onorato racconta il suo approccio personale a Tenco che lo ha spinto ad appassionarsi al progetto: «La mia sfida è quella di presentare il Tenco meno noto; nonostante i soli suoi sette anni di carriera è riuscito a portare nella canzone italiana il dolore come dubbio, cercando di incanalare dinamiche sociali provenienti da tutto il mondo, nei suoi testi e nelle sue parole».

La seconda artista a prendere posto onstage è Carlot-ta, giovanissima cantautrice e pianista che ha debuttato recentemente con il suo primo album inedito “Make me a picture of the sun”. “Quello Che Conta” è il brano proposto, composto dal regista del film “La cuccagna” con musica di Ennio Morricone e cantato dall’artista compianto.
La canzone è suonata al piano dalla stessa Carlot-ta, con alcuni inserti sperimentali di sottofondo, dove si sente una vecchia intervista di Tenco : «…in modo che la gente possa capire chi sono io attraverso le mie canzoni…». Il risultato è un quadro perfetto della forza e della profondità del cantautore piemontese.

Il terzo ospite della serata è Enrico de Angelis, direttore artistico del “Club Tenco”: sua l’idea di realizzare un album con 21 tracce della stessa canzone “Lontano lontano” proposte da diversi artisti del panorama italiano. “Lontano lontano” è la sigla d’apertura del Premio Tenco, kermesse per nuovi talenti della canzone d’autore che si svolge all’Ariston di Sanremo. Tra gli artisti che si sono prestati negli anni alla realizzazione della sigla ci sono Ornella Vanoni, Renzo Arbore, Vinicio Caposseila, Antonello Venditti, Enzo Jannacci e molti altri tra cui persino Gilberto Gil.

Alessandro Graziani è il quarto ospite della serata; chitarrista e compositore, propone alla platea due brani dai ritmi più festosi: “La ballata dell’arte” e “Passaggio a livello”, brano scritto da Enzo Iannacci ma interpretato da Luigi Tenco.

Dopo una breve incursione di Antonio Silva, storico presentatore da decenni del Premio Tenco,  è Mauro Ermanno Giovanardi a guadagnare il palco. L’ex “La Crus” propone due brani di Tenco a cui lui stesso ammette di essere molto affezionato: “Vedrai vedrai” e “Un giorno dopo l’altro”. La voce strepitosa di Giovanardi si sposa perfettamente con la profondità e la malinconia dei testi di Tenco.

Una serata perfetta per ricordare Luigi Tenco, una serata perfetta non tanto per commemorare la sua scomparsa quanto per ricordare la sua arte, la sua capacità di sperimentare, il suo “essere sempre avanti”.

Pier Luigi Balzarini

Cliccando in basso a destra si accede ad un’esclusiva photogallery del concerto tenutosi presso la Salumeria della Musica di Milano

Fotografie di Pier Luigi Balzarini