Julian Assange ne i Simpson

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:44

Simpson, AssangeJulian Assange, il fondatore di Wikileaks  (sito conosciuto per aver pubblicato dei documenti riservati che comprometterebbero le più importanti amministrazioni mondiali) sottoposto a giudizio con l’accusa di molestie sessuali, interpreterà se stesso nel cinquecentesimo episodio dei Simpson in onda su Fox Usa. A rivelarlo è stato il sito di Entertainment Weekly. Sarebbe stato  Assange in persona a chiedere di poter fare un’apparizione nella fortunata serie “quindi” come ha spiegato il produttore esecutivo Al Jeanabbiamo chiesto alla direttrice del casting Bonnie Pietila, che in passato, oltre ad aver coinvolto l’ex primo ministro inglese Tony Blair, era stata capace di scovare l’altrettanto sfuggente scrittore Thomas Pynchon, di trovare Assange. E lo ha fatto“. L’attivista, insomma, è stato accontentato e, stando ai ben informati,avrebbe registrato la sua parte mentre si trovava agli arresti domiciliari in Inghilterra seguendo le indicazioni degli studi di Los Angeles.

L’episodio – Nell’episodio in questione, che andrà in onda il 19 febbraio, Homer e Marge vengono a sapere che i cittadini di Springfield hanno indetto un’assemblea segreta per scacciarli dalla città. I Simpson, quindi, decidono di trasferirsi in un luogo isolato e lì scopriranno di avere come vicino, al posto di Flanders, proprio Assange che inviterà l’intera famiglia per un barbecue e per vedere un film su una coppia afghana che decide di sposarsi durante i bombardamenti. La puntata, quindi, non avrà nulla a che fare con le vicende giudiziarie in cui Assange è coinvolto.

Elisa Vanzini