Le gemelle Kessler sull’eutanasia: “Stato vegetativo? Meglio uscire di scena”

Dichiarazione shock – “Se una di noi si ridurrà allo stato vegetativo, l’altra l’aiuterà a uscire di scena”. Tema scottante, l’eutanasia, nella cattolicissima Italia, e – anche se non si tratta esattamente di due quotate opinioniste – l’opinione espressa dalle gemelle Kessler nel corso di un’intervista al settimanale Chi è destinata a far discutere. Dopo le numerose polemiche per i vari casi di morte assistita in Italia, le due gemelle più famose della televisione italiana hanno mandato un messaggio chiaro: no all’accanimento terapeutico. Nel corso della stessa intervista, le Kessler hanno affrontato anche numerosi altri punti caldi della loro inseparabile vita-carriera. A partire dagli amori, conquistati, persi o infranti.

Uno o tanti amori – “Con Umberto Orsini ci siamo lasciati dopo vent’anni – ha confessato Ellen – perché l’ho sorpreso al telefono con un’altra. Provò a sostenere di essere diventato gay. Inoltre, diceva che in quanto attore aveva diritto a un’amante“. Tutto l’opposto della sorella Alice, che invece ha candidamente dichiarato: “Io mi sono data da fare. Lei ha avuto un uomo per vent’anni, io venti uomini in un anno“. E sul lifting a cui si è sottoposta, Alice ha concluso: “Non ho l’ossessione del tempo che passa ma ogni tanto guardo Ellen e penso: assomiglio a lei? Terribile! Non mi sono mai pentita del lifting che ho fatto, ma speravo meglio“. A 75 anni, in splendida forma, le due sorelle della tv gireranno l’Italia con in tournée teatrale, dal 7 febbraio al 4 marzo, con il musical Dr Jekyll e Mr Hyde.

Roberto Del Bove