Serie A, Cagliari-Roma 4-2: una doppietta di Thiago Ribeiro affossa i giallorossi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:15

Cagliari-Roma 4-2 – Il Sant’Elia è ancora una volta indigesto per la Roma, che esce sconfitta 4-2 da un buon Cagliari, ordinato e cinico quanto basta. Per i giallorossi, una difesa colabrodo è il principale responsabile della dèbacle in terra sarda. Nel primo tempo, le due squadre rispondono su colpo: passano in vantaggio i padroni di casa con Thiago Ribeiro, gli ospiti rimontano con Juan e Borini prima del pari firmato Pinilla. Nella ripresa, la formazione di Ballardini capitalizza al massimo le occasioni avute con ancora Thiago Ribeiro nei primi minuti e con il neo entrato Ekdal nel recupero. Dopo una serie di risultati utili, la Roma torna ad essere sconfitta in campionato, ma soprattutto sembra tornata indietro a due mesi fa.

Botta e risposta – Ballardini preferisce Thiago Ribeiro a Ibarbo in attacco: il brasiliano affianca così Pinilla con Cossu rifinitore. Luis Enrique, come al solito, non conferma la formazione della vigilia: in difesa, la coppia centrale è quella composta da Kjaer e Juan, mentre a sinistra c’è Josè Angel e non Taddei. In avanti, c’è Borini e non Bojan insieme a Totti e Lamela.
Parte forte il Cagliari che al 6’ passa in vantaggio proprio con Thiago Ribeiro. L’attaccante ex Cruzeiro avanza indisturbato fino al limite dell’area e con una bordata sorprende Stekelenburg sul primo palo. La Roma reagisce subito e al 13’ pareggia: angolo calciato da Totti per Juan che svetta su tutti in area di rigore e batte Agazzi. Il ritmo è sempre alto. Alla mezz’ora Thiago Ribeiro ci riprova, ma stavolta è poco preciso. Al 34’ la Roma passa: punizione dalla lunga distanza di Pjanic forte ma centrale, Agazzi non trattiene, la palla arriva sui piedi di Borini che è lesto a mettere dentro. Sette minuti dopo, i padroni di casa pareggiano: Cossu imbecca alla grande Pinilla che controlla bene e d’esterno beffa Stekelenburg. Fatale nell’occasione l’errore di Kjaer che sbaglia il fuorigioco.


Cagliari spietato – A inizio ripresa, i sardi tornano in vantaggio: Pinilla verticalizza per Thiago Ribeiro che entra indisturbato in area e fulmina Stekelenburg. Anche in questo frangente, la difesa giallorossa è tutt’altro che impeccabile. Subito il vantaggio, la Roma attacca a testa bassa con Rosi che spinge molto sulla sua fascia di competenza. Il terzino giallorosso prima va al tiro, ma con scarsa precisione, poi serve Lamela che non arriva per pochissimo sul pallone. L’occasione migliore è per Borini, ma Agazzi è bravissimo e salva il risultato. Ci prova anche Pjanic al 72’ con una conclusione dal limite che esce di pochissimo. Il bosniaco va ancora vicino al pareggio all’88’ su punizione: palla fuori di un niente. Intanto Ballardini è corso ai ripari inserendo Ariaudo ed Ekdal al posto di Thiago Ribeiro e Cossu e nel finale anche Ibarbo. E proprio sull’asse dei due neo entrati, i rossoblù confezionano il gol che chiude la pratica durante il recupero. Ibarbo va in progressione, resiste a Juan e serve un assist al bacio per Ekdal che deposita in rete a porta vuota. Cagliari, ancora una volta, è amara per la Roma e i romanisti.

Miro Santoro

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!