Strage durante una partita di calcio: 74 morti in Egitto (Video allegato)

Strage allo stadio – link video Ieri sera la partita di calcio a Port Said si è conclusa tragicamente. Secondo il ministero della Sanità egiziana sarebbero morte 74 persone e migliaia i feriti. Le violenze sono iniziate quando i tifosi dell’Al-Masry (squadra locale che aveva vinto 3 a 1), armati di coltelli, hanno invaso il campo lanciando pietre e bottiglie contro i giocatori dell’Al-Ahly (squadra molto popolare del Cairo). Questi ultimi sono stati fatti evacuare per mezzo di un elicottero e 47 dei tifosi dell’ Al-Masry sono stati arrestati.

Assenza delle forze di sicurezza – Quando allo stadio del Cairo è giunta voce degli avvenimenti di Port Said, la partita è stata interrotta e i tifosi hanno iniziato ad appiccare fuochi sugli spalti. Alcuni quotidiani hanno sottolineato l’assenza delle forze di sicurezza, mentre gli attivisti al Cairo stanno organizzando una marcia di protesta verso il ministero degli interni.

Apertura inchiesta e sospensione campionato – I mussulmani hanno accusato i sostenitori dell’ex dittatore Hosni Mubarak di essere i responsabili delle violenze. Il deputato della fratellanza Essam al-Erian ha affermando che “gli eventi sono stati pianificati e sono un messaggio dei sostenitori dell’ex regime”. E mentre la federazione calcistica ha sospeso le partite di campionato di serie A, in Egitto verrà aperta un’inchiesta sulla strage di ieri.

Michela Santini