Trapianti: donatori in aumento nel 2011

Aumentano i donatori di organi. L’Italia si posiziona al terzo posto tra i Paesi europei per numero di donatori. Secondo il documento di sintesi e il Report integrale sull’attività di donazione e trapianto in Italia 2011 diffuso dal Ministero della Salute, l’andamento delle donazioni e dei trapianti di organi sarebbe positivo. Particolarmente significativa è la diminuzione della percentuale di opposizioni ed il miglioramento dei dati relativi al numero degli accertamenti di morte con standard neurologici e al numero dei donatori utilizzati nel Centro-Sud.

Italia al 3°posto in Europa. Il numero complessivo dei donatori nel 2011, secondo i dati del Centro nazionale trapianti, è 1309 contro i 1301 dell’anno precedente, con una crescita totale del 0.6%. Il trend di crescita si è stabilizzato nel secondo semestre dell’anno, periodo in cui sono stati registrati 685 donatori contro i 624 del primo semestre, con un incremento relativo del 9.7%. L’Italia quindi, con 21.7 donatori per milione di abitanti è terza tra i grandi paesi europei dopo la Spagna (29.2) e la Francia (22.8). La media europea è 16.9 donatori per milione e la regione italiana con la media più alta è la Toscana. Nel 2011 rispetto al numero registrato degli accertamenti di morte con standard neurologici le opposizioni sono state il 28.3 %, in forte diminuzione rispetto 2010 (- 3.2 %). Nel secondo semestre dell’anno 2011 la percentuale di opposizione e’ scesa al 25.8%. Infine, il totale dei pazienti in lista d’attesa nel 2011 è stato pari a 8.783, con una diminuzione significativa (-7.44%) di 706 pazienti rispetto al 2010.

Adriana Ruggeri