Succo di ribes, anas e prugne dopo un pranzo ricco di grassi

Un succo di frutta dopo un pranzo grasso. Riparare i danni di un pasto troppo calorico e ricco di grassi non è impossibile. Un succo di frutta con ribes nero, ananas e prugne, ha la capacità di modulare il cosiddetto stress infiammatorio postprandiale, causato dall’eccessiva assunzione di alimenti grassi. Lo ha dimostrato una ricerca dell’Inran, l’ente pubblico italiano per la ricerca in materia di alimenti e nutrizione vigilato dal Mipaaf, condotta nell’ambito di un progetto finanziato da The Coca Cola Company e pubblicata su “Current Pharmaceutical Design“.

Succo a base di ribes, ananas e prugna. Lo studio era finalizzato allo sviluppo di bevande a base di succo di frutta benefiche per la salute e si è basato su precedenti indagini che avevano concluso come l’assunzione di grassi stimoli l’organismo a produrre citochine, favorendo nei casi più cronici disturbi come obesità e malattie cardiovascolari. E’ stato condotto su 14 adulti (12 uomini e 2 donne), sovrappeso, sani, non fumatori, che non assumono integratori, ai quali è stato somministrato un pasto altamente calorico (1344 kcal con il 55% di grassi): uova fritte (108g), patate fritte(212g), formaggio (90g), pane bianco (90g), accompagnato da 500 ml di una bevanda placebo o della bevanda a base di succo di ananas, prugna e ribes nero. Le analisi hanno dimostrato che la bevanda a base di succo di frutta modula lo stress infiammatorio, attraverso una riduzione altamente significativa (tra il 90 e il 45%) dei livelli plasmatici delle citochine. Cosa che non avviene in sua assenza. Gli autori precisano comunque che è importante in ogni caso evitare il consumo di pasti ad alto contenuto energetico.