Serie A, Milan-Napoli 0-0: i rossoneri non approfittano dello stop della Juventus

Milan-Napoli 0-0 – Si conclude con un anonimo 0-0 il big match di San Siro tra Milan e Napoli. Le due squadre, entrambe vogliose dei tre punti per motivi diversi, non riescono a centrare l’obiettivo della vittoria. I rossoneri dunque non approfittano del pareggio interno ottenuto dalla Juventus contro il Siena e restano quindi al secondo posto alle spalle dei bianconeri. I partenopei invece restano ampiamente distanti dalle posizioni che contano ai fini della qualificazione alle coppe europee. Poche le emozioni in quel di Milano, con il freddo e il gelo che la fanno da padroni nonostante i tanti talenti in campo. L’unica segnalazione degna di nota è l’espulsione di Ibrahimovic al 64′ per una manata rifilata ad Aronica. Timide e quasi nulle le azioni offensive da entrambe le parti.

Vincono le difese – Nonostante le premesse della vigilia, Allegri preferisce affidarsi a Seedorf lasciando fuori El Shaarawy mentre Mazzarri schiera Zuniga sull’out sinistro al posto dell’affaticato Dossena. Primo tempo che inizia a ritmi molto contenuti con entrambe le squadre che sfidano i -3° dello stadio San Siro. La prima occasione è per i padroni di casa che ci provano con un tentativo di Seedorf facilmente bloccato da De Sanctis. Al 18′ è il Napoli ad andare vicino alla rete grazie ad un bel tiro di Hamsik da fuori area che viene prontamente respinto con i pugni da Abbiati. L’ultimo sussulto della prima frazione di gioco è di Robinho che in diagonale cerca di sorprendere il portiere avversario che però è attento e si fa trovare pronto. 0-0 all’intervallo e freddo e noia che regnano sugli spalti.

Ibra espulso – Ripresa che inizia con un piglio diverso rispetto alla prima fase. Il Milan infatti sfiora subito il gol con Robinho che a tu per tu con De Sanctis conclude incredibilmente fuori. Allo scoccare dell’ora di gioco è invece Ibrahimovic ad impegnare il portiere azzurro in un intervento tempestivo. Pochi minuti dopo la svolta: manata dello svedese nei confronti di Aronica ed espulsione diretta per l’attaccante rossonero. Il Napoli cerca di sfruttare l’uomo in più ma Cavani dinanzi ad Amelia (subentrato ad Abbiati) impatta male di testa e manda sul fondo. L’ultima azione è però dei padroni di casa che sfiorano l’impresa finale ancora con Robinho che calcia molto bene verso la porta avversaria con De Sanctis che smanaccia miracolosamente. Dopo 3′ di recupro, Rizzoli decreta la fine sul punteggio di 0-0.

Giuseppe Carotenuto