Serie A, Roma-Inter 4-0: nerazzurri asfaltati da Juan, Borini e Bojan

Roma-Inter 4-0. La reazione d’orgoglio dettata in settimana da Luis Enrique ai suoi giocatori è arrivata. La Roma infatti ha sconfitto l’Inter in maniera netta e perentoria, imponendosi nel match giocato ieri pomeriggio all’Olimpico per 4 a 0. I mattatori del match sono stati Juan, Borini e Bojan, con il giovane attaccante italiano che ha fatto la parte del leone, visto che ha segnato due reti di pregevole fattura. La formazione di Ranieri invece ha deluso parecchio, e non ha creato alcun pericolo alla squadra capitolina, che ha nettamente dominato sia sul piano del gioco che su quello del risultato.

Giallorossi avanti dopo 13’ – L’avvio di gara della Roma è stato prorompente. La formazione capitolina ha cercato la via del gol con Borini, De Rossi, Lamela e Pjanic, che non sono andati in rete per questione di centimetri. Centimetri che Juan ha sfruttato invece al 13’, quando è saltato più in alto di tutti in area, per battere Julio Cesar e per portare in vantaggio la Roma. L’Inter ha reagito subito con Milito, ma poi s’è dovuta arrendere a Borini, che al 41’ ha segnato di sinistro il gol del 2-0, dopo aver messo a sedere Samuel e Julio Cesar.

Inter eterea anche nella ripresa – Nel secondo tempo la Roma ha continuato a macinare gioco, ed al 49’ ha chiuso il match con Borini, che ha segnato la terza rete della squadra guidata da Luis Enrique. La formazione giallorossa s’è quindi limitata a controllare la partita, sfoderando un possesso palla degno del miglior Barça. L’Inter invece ha mandato in campo Poli e Faraoni per dare più brio alla sua manovra, ma si è dovuta arrendere ancora una volta alla pregevole manovra offensiva messa in campo dalla Roma, che al 90’ ha portato al gol Bojan, ben servito dal debuttante Piscitella.

Simone Lo Iacono