Pagelle Milan-Juventus: Caceres decisivo, Emanuelson spaesato

Pagelle Milan-Juventus – Va alla Juventus la semifinale d’andata di Coppa Italia contro il Milan. Nella partita di San Siro, i bianconeri si impongono 2-1 grazie alla doppietta dell’esordiente (bis) Caceres: vantaggio al 53′ sfruttando una respinta corta di Amelia, secondo gol a 7′ dal termine con un bel destro nel sette dal limite. Nel mezzo, il momentaneo pari rossonero con El Shaarawy al 62′. “La squadra mi è piaciuta – la soddisfazione di Conte a fine gara – specie chi ha giocato meno e oggi ha dato risposte grandissime come due settimane fa con la Roma. La gara di oggi è il simbolo di quel che stiamo facendo: c’è dietro tanto lavoro e non dimentichiamo che abbiamo fatto ampio turnover, e questo non è possibile senza lavoro e disponibilità dei ragazzi“. Deluso, come ovvio, Allegri: “Dispiace perdere una gara del genere, ma la Juve ha fatto una buona partita. Ultimamente abbiamo perso troppe volte ma dobbiamo rimanere sereni, perché le qualità ci sono. Conosco la forza della mia squadra, è dall’inizio dell’anno che abbiamo molti infortuni strani, dobbiamo solamente stare sereni e continuare a lavorare“.

MilanEl Shaarawy 7: Con Ibrahimovic sottotono e un centrocampo poco incisivo, spetta a lui dare vivacità all’attacco rossonero. Il piccolo Faraone si danna l’anima, andando vicino al gol già nel primo tempo (destro fuori bersaglio da posizione defilata). Poi, al 62′, è bravo a farsi trovare pronto all’appuntamento con l’assist di Ambrosini e a battere Storari con freddezza. Thiago Silva 6,5, Antonini 6,5, Van Bommel 6,5, Amelia 6, Bonera 6, Mexes 5,5, Robinho 5,5, Ibrahimovic 5,5, Ambrosini 5, Seedorf 5, Maxi Lopez s.v., Emanuelson 4,5: Si sa, quello di mezzala destra non è il suo ruolo ideale. Detto questo, dall’olandese è lecito aspettarsi qualcosina di più: l’impegno non si discute, ma per stare nel centrocampo del Milan sono necessari fondamentali migliori. Troppi gli errori in fase d’appoggio, alcuni anche banali: con il rientro degli infortunati è destinato a tornare in naftalina All. Allegri 5.

JuventusCaceres 7,5: A due anni e mezzo dalla sua prima apparizione, fa il suo secondo esordio in maglia bianconera. Conte lo sistema più avanti del solito, da esterno di centrocampo, e l’uruguaiano diventa il grande protagonista della serata. Non tanto per la prestazione in sé, quanto per la doppietta con cui affonda il Milan. Davvero bello, in particolare, il gol del raddoppio, con un destro dal limite nell’angolo alto. Chiellini 7, Pirlo 7, Bonucci 6,5, Giaccherini 6,5, Estigarribia 6,5, Storari 6, Barzagli 6, Padoin 6, Del Piero 6, Quagliarella 6, Vucinic 5,5, Marrone s.v., Borriello 5: Ancora fuori dai meccanismi di gioco di Conte. Sarà per una condizione fisica scadente, sarà perché è a Torino da poco più di un mese, fatto sta che continua a sembrare un pesce fuor d’acqua. L’unica nota positiva della sua partita è il diagonale da cui nasce il primo gol All. Conte 7.

Pier Francesco Caracciolo