Sanremo 2012: Gianni Morandi sgrida i grandi, da Vasco alla Pausini

Morandi contro Pausini e Vasco – Il tema dei grandi artisti che snobbano Sanremo è vecchia storia. Magari si tratta di gente che ha conosciuto il successo e la popolarità proprio grazie al Festival della canzone italiana ma che, poi, se ne è allontanato dimenticando il suo primo amore. E’ vero anche che il Festival ha conosciuto una ripresa in termini di appeal da parte del pubblico solo negli ultimi anni e che, prima della ripresa, era diventato davvero poca roba. Fatto sta che la mancanza della gente che conta si sente. Sul tema caldo torna anche il prossimo conduttore del festival, Gianni Morandi in un’intervista a Donna Moderna.

Le dichiarazioni di Morandi – Ecco cosa non funziona nel meccanismo di Sanremo per Morandi: “Che molti artisti nati con Sanremo, da Vasco Rossi a Zucchero, alla Pausini, approfittino di questa ribalta per diventare famosi in Italia e nel mondo. Poi, quando viene l’ora di rendere qualcosa, si tirano indietro. Bisognerebbe far firmare a ogni giovane che debutta sul palco dell’Ariston un contratto che lo obbliga a tornare, qualora si affermi”. Certo per gente come Laura Pausini tornare a Sanremo significherebbe vedersi superare dall’ultimo della fila sfornato dal talent di turno e questo, certo, è difficile da digerire. Ma per trionfare nella vita bisogna guardare se stessi, non gli altri; proprio come lo scorso anno ha fatto un certo Roberto Vecchioni, che ha conquistato una vittoria che era sua fin dall’inizio

Gianrico D’Errico