The Show Must Go Off: anche il sindaco Alemanno alla corte di Serena Dandini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14

The Show Must Go Off: anche il sindaco Alemanno alla corte di Serena Dandini. Dopo la nevicata che ha paralizzato Roma e ha trovato impreparata la dirigenza capitolina, The Show Must Go Off  non poteva non dedicare una parodia a Gianni Alemanno, sindaco della Capitale e personaggio al centro della bufera mediatica e metereologica. Così la puntata di sabato 11 febbraio si è aperta con un Gianni Alemanno-centurione romano che, munito di pala, cerca di difendersi dalle accuse e alla notizia che un gattino è rimasto intrapolato su un albero, si dice pronto a chiudere le scuole e chiamare l’esercito (parodizzando il suo atteggiamento catastrofista che ha creato un’allerta esagera in occasione dell’ultima nevicata che non ha portato alcun danno alla città).

La reggia della risata. Ma lo show del sabato sera di La 7, condotto dalla brillante Serena Dandini, ha visto la partecipazioni di ospiti illustri. A partire da Anni Lennox, artista di fama internazionale, che ha raccontato la sua lotta per la difesa delle donne e del movimento femminista. Più incentrata sull’ironia, invece, l’intervista al rapper pugliese Caparezza. A condire il tutto l’immancabile la presenza di Dario Vergassola, insostituibile compagno di battute. E poi Diego Bianchi, in arte Zoro, questa settimana in compagnia di Vinicio Marchioni, il Freddo di Romanzo Criminale-La Serie. Ancora, le divertenti canzoni rivisitate dalla perfidia delle piccole protagoniste del Canta Bimbo, le coreografie di Lello (con “doppia Anagni contrita”), le lezioni del Ministro fornero sull’Articolo 18,  per poi chiudere con le amare e velenose riflessioni di Ascanio Celestini, nei panni di impietoso e insensibile imprenditore.

Cristina Mania