Angry Birds: i famosi pennuti arrivano su Facebook

Angry Birds, Rovio – Chi non ha mai fatto una partita ad Angry Birds? Ma soprattutto, chi non ha mai sentito parlare di questo passatempo “mobile”, divenuto ormai una moda tra tutti i possessori di smartphone? Angry Birds nasce da un’idea molto semplice di un’azienda vicino Helsinki, la Rovio, ma che sta fruttando grande soddisfazioni. Grazie ad una fionda, controllabile dal giocatore con un tocco delle dita, bisognerà scagliare l’Angry Bird di turno contro le strutture frangibili che ospitano i nemici, rappresentati sotto forma di maialini verdi. Per avere una vaga idea del successo riscosso da questa applicazione, basti sapere che solamente su iPhone il gioco è stato scaricato 700 milioni di volte.

Facebook – Grazie agli 800 milioni di utenti già registrati su Facebook, di cui 15 milioni già registrati alla pagina ufficiale di Angry Birds, è facile immaginare come il gioco possa raggiungere ben presto il miliardo di giocatori. “Sulla scia del grande successo di Angry Birds su smartphone, Rovio vuole aumentare il numero dei fan ed essere disponibile su tutti gli schermi e piattaforme. Ecco perché l’azienda ha sviluppato un’applicazione su Facebook per raggiungere gli oltre 800 milioni di utenti in tutto il mondo. Siamo fiduciosi possa presto raggiungere un miliardo di giocatori“, ha detto il vice presidente di Rovio-Asia. Un’applicazione, quella rilasciata per Facebook che conterrà alcune novità dal punto di vista della grafica oltre all’ovvia possibilità di sfidare gli amici connessi sul social network in blu.

R. A.