Champions League: Sanchez lancia il Barcellona, Lione di misura

Champions League, ottavi di finale – Il Barcellona rialza la testa. A tre giorni dal ko di Pamplona, con conseguente -10 dal Real Madrid capolista, i catalani tornano a sorridere. Se la Liga sembra scappar via, la musichetta della Champions League esalta Messi e compagni, che si impongono 3-1 sul campo del Bayer Leverkusen ed ipotecano il passaggio ai quarti di finale. Nel freddo della BayArena il protagonista è Alexis Sanchez: il cileno, fino a questa sera a secco nella massima competizione europea, mette a segno la doppietta decisiva tra il 41′ del primo tempo e il 10′ della ripresa. In mezzo, il momentaneo 1-1 tedesco di Kadlec, nel finale il gol del tris blaugrana da parte di Messi. Per un Barça che convince, un Lione che dovrà ancora sudare per superare il turno. Quello con l’Apoel, almeno sulla carta, era l’impegno più agevole possibile, ma i ciprioti si dimostrano squadra coriacea: la sfida dello Stade Gerland viene decisa da un guizzo di Lacazette ad inizio ripresa. Il prossimo 7 marzo, a Nicosia, i francesi non potranno permettersi distrazioni. Ecco i risultati di questa sera: Lione-Apoel Nicosia 1-0, Bayer Leverkusen-Barcellona 1-3.

Lione-Apoel Nicosia 1-0 – Come facilmente prevedibile alla vigilia, il Lione parte all’assalto fin dai primissimi minuti. Ederson e Bastos provano ad impensierire Chiotis, che però se la cava bene. Dopo una prima mezz’ora poco incisiva, i padroni di casa spingono forte: Lisandro Lopez impegna il portiere ospite, poi tocca a Lacazette sfiorare il vantaggio in due circostanze. Chiuso il primo tempo senza reti, il Lione apre la ripresa con un’occasione colossale per Ederson, che salta anche Chiotis ma trova Jorge a salvare a due passi dalla linea. Al 58′ ecco il gol che sfonda il muro cipriota: il centro è di Lacazette, il cui diagonale, leggermente deviato da Jorge, supera Chiotis. Il vantaggio non ferma i francesi, che continuano a spingere ma senza la necessaria incisività. Così, a 2′ dalla fine, i ciprioti sfiorano il colpaccio: ci vuole tutta la reattività di Lloris per salvare su un sinistro di Manduca.

Bayer Leverkusen-Barcellona 1-3 – Pur senza Xavi e Piquè, costretti ad assistere alla partita dalla tribuna, il Barça prende subito in mano il pallino dal match. Di occasioni nitide, però, non ne arrivano: il Bayer non supera mai la metà campo, ma ha la capacità di difendersi con ordine e attenzione. Al 41′, alla prima vera occasione, i catalani passano, e lo fanno incredibilmente in contropiede: palla in profondità di Messi, Sanchez si presenta davanti a Leno e lo batte con un tocco di destro. Dopo un primo tempo tutto sommato noioso, la ripresa è subito scoppiettante. Al 52′, dopo una mischia in area blaugrana, ecco il pari: Corluka trova il pertugio per il cross dal fondo, Kadlec stacca di testa e batte imparabilmente Victor Valdes. I tifosi tedeschi possono gioire per appena 3′: Fabregas serve Sanchez in verticale, il cileno salta Leno e appoggia nella porta sguarnita. Il Leverkusen sfiora il pari con un diagonale di Castro che termina sul palo, dall’altra parte Messi centra il legno al termine di una gran giocata. Al minuto 89 arriva il terzo gol per i ragazzi di Guardiola: Messi sfrutta un cross di Dani Alves e chiude i giochi con un tocco di sinistro.

Pier Francesco Caracciolo