Avvenire risponde a Celentano: “Un bello spettacolo”

L’intervento di Adriano Celentano – La prima serata di questa 62esima edizione del Festival di Sanremo è stata, senza ombra di dubbio, segnata dall’intervento del tanto chiacchierato, quanto atteso, del super ospite Adriano Celentano. Forti le critiche che il Molleggiato, nel suo intervento durato quasi un’ora, ha fatto nei confronti della chiesa “che non parla più di Paradiso” e ai giornali che la rappresentano come Famiglia Cristiana e Avvenire che, a detta del ragazzo della via Gluck, “andrebbero chiusi subito”.

La risposta dell’Avvenire, dalla penna di Marco Tarquinio – “Se l’è presa con i preti e con i frati (tutti tranne uno) «che non parlano del Paradiso». E se l’è presa con Avvenire e Famiglia Cristiana «che vanno chiusi». Tutto questo, perché abbiamo scritto che con quel che costa lui alla Rai per una serata si potevano non chiudere le sedi giornalistiche Rai nel Sud del mondo (in Africa, in Asia, in Sud America) e farle funzionare per un anno intero. Dunque, andiamo chiusi anche noi. Buona idea: così a tutti questi poveracci, tramite il Comune competente, potrà elargire le sue prossime briciole di cachet. Davvero un bello spettacolo. Bravo. Viva Sanremo e viva la Rai!”. Questo è stato il commento del giornalista Marco Tarquinio, redattore di Avvenire, che non ha tardato a rispondere a tono alle parole di Adriano Celentano, facendo riferimento, ancora una volta, al cospicuo cachet che gli organizzatori del Festival hanno dovuto sborsare per accaparrarsi la presenza del Molleggiato sul palco dell’Ariston, e all’intenzione di quest’ultimo di devolverlo in beneficienza.

Cominciano le critiche al Festival – Il redattore di Avvenire conclude il suo intervento di risposta con un post scriptum piuttosto eloquente: “Naturalmente, caro Celentano, continueremo a parlare e far parlare di Dio, degli uomini e delle donne di questo mondo. Soprattutto di quelli che in tv non ci vanno mai, neanche gratis”. È calato il sipario sulla prima serata del Festival di Sanremo, ma si sono appena aperte le danze per quanto riguarda le critiche e i commenti su quelli che ne sono stati protagonisti.

Maria Rosa Tamborrino