Inter, Ranieri tiene alta la tensione: “Vietato sbagliare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:05

Inter, RanieriClaudio Ranieri cerca di tenere lo stato d’animo dei nerazzurri al di sopra del minimo sindacale, in vista del match contro il Bologna del prossimo turno di campionato. Venerdì non c’è spazio per sbagliare. Non è semplice tenere il morale alto, ma si deve provare nonostante non giungano buone notizie dall’infermeria: Julio Cesar infatti è out per un infortunio al gomito. Servono i tre punti con l’aggiunta di un’inversione di tendenza a San Siro, uno stadio da troppi mesi ‘nemico’ dell’Inter: 16 gare casalinghe e cinque sconfitte. Numeri impietosi che non lasciano spazio alla positività del tecnico e di Massimo Moratti su una potenziale risalita e conquista del terzo posto.

Tutti scappano Ignazio La Russa, analizza il momento dei nerazzurri alla luce degli ultimi risultati: “Non solo Moratti, anche noi tifosi siamo seccati. Quando dormiamo abbiamo più incubi che sogni. Persino Caracciolo diventa un falco: il Novara di 16 punti e sei li ha fatti con l’Inter, sembra una barzelletta. Il presidente deve arrabbiarsi non solo coi giocatori, ma anche con la società. Ci sarà un motivo se Mancini vuole andare via, Mourinho ugualmente, Leonardo, e poi Eto’o. E prima ancora Ibra, Balotelli… sembra che bruci l’Inter, che tutti vogliono scappare! Se è vero che abbiamo perso per un paio di milioni Sanchez e quasi per la stessa cifra preso giocatori che per ora sono solo promettenti. La prima cosa da rifondare, e lo dico al mio Moratti, è l’assetto di chi si occupa di mercato e ci sarà un motivo se tutti vogliono andare dai cugini del Milan. Guardiola mi piacerebbe ma gli dovrebbero creare un ambiente stile Barcellona: ben venga, ma in un rinnovamento generale della situazione societaria”.

 

Giuseppe Ferrara

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!