Cadavere con banconote in bocca

Provincia di Foggia – E’ stato trovato questa mattina in località Scalduto, frazione di Rignano Scalo, in provincia di Foggia, il cadavere di un uomo con un profondo trauma cranico e facciale provocati da una barra di cemento. La moglie ne aveva denunciato la scomparsa il 15 febbraio, ma fino ad oggi si era persa ogni traccia dell’uomo. La segnalazione è stata fatta da un agricoltore residente nella zona del ritrovamento.

PregiudicatoAntonio Fatone, operaio di San Severo, 43 anni, nel 2002 era stato arrestato perché trovato in possesso di alcune armi detenute irregolarmente, tra cui un bazooka. Secondo i primi esami sul corpo, l’uomo è stato picchiato selvaggiamente prima di essere ucciso con la spranga di cemento al volto.

Le banconote in bocca – Il suo assassino prima di andarsene ha messo in bocca all’operaio due banconote da 20 euro, che nel linguaggio in codice della malavita potrebbero significare che si è trattato di una vendetta causata da sottrazione di denaro oppure che la vittima abbia rivelato fatti che dovevano rimanere segreti. Sull’esecuzione stanno indagando ora i carabinieri, giunti immediatamente sul posto a seguito della chiamata dell’agricoltore, mentre si attende l’esito dell’esame autoptico anche per evidenziare eventuali tracce biologiche che potrebbero far risalire all’identità dell’assassino.

Marta Lock