Fornero e le donne: Cattivi esempi dalla tv

Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ha partecipato ieri a un convegno organizzato da “Valore D”, l’associazione che promuove la valorizzazione dei talenti femminili e il loro riconoscimento nelle “alte sfere” dirigenziali. Una mission perfettamente in linea con il percorso del ministro, che ha però sottolineato la necessità di trasferire i “buoni propositi” dalla teoria alla pratica. E di oltrepassare certi stereotipi perpetuati dalla tv.

Non solo quote rosa – “Nei principi siamo a livelli della Svezia, ma nelle pratiche, in famiglia, nella scuola, nelle istituzioni e nella pubblica amministrazione, lasciamo a desiderare”. Il ministro del Lavoro (con delega alle Pari opportunità), Elsa Fornero, sa bene che le politiche a tutela delle donne nel nostro paese sono ancora troppo timide. Da qui l’urgenza di trovare soluzioni tempestive, per consentire ai tanti talenti “in gonnella” di affermarsi fuori e dentro le mura domestiche.  “Alcune norme tranchant come quelle sulle quote rosa possono aiutare – ha precisato la Fornero – purché siano transitorie e non vadano a detrimento del merito”.

Donne al vertice – E al giornalista Enrico Mentana, che le ha fatto notare che “per caso” i tre protagonisti della trattativa sul mercato del lavoro sono donne: “Per caso? – gli ha fatto eco il ministro – Assolutamente no, non è un caso che Marcegaglia sia diventata presidente della Confindustria né che Camusso sia stata eletta segretario della Cgil. Quanto al fatto che Fornero sia stata nominata ministro del Lavoro – ha ironizzato – penso che il presidente Monti ci abbia pensato qualche minuto”. La responsabile del Welfare si è anche concessa un’inattesa “incursione” nel mondo sanremese, quando è stata interpellata sull’immagine della donna veicolata dalla televisione. “Qualche volta – ha notato – mi sono sentita offesa per come viene trattata la donna in tv. In quel caso, la cosa migliore è cambiare canale o spegnere del tutto che è più salutare”.

Il cattivo esempio di Belen – E la sua opinione sulla “farfallina” mostrata da Belen Rodriguez a favore di telecamere? ”Sono circa tre mesi che non guardo la televisione – ha sottolineato Elsa Fornero – ma da quello che vedo, anche delle polemiche di questa mattina (ieri per chi legge, ndr), non mi sembra ci siano molti cambiamenti apprezzabili. Credo che la televisione – ha tagliato corto il ministro – abbia dato spesso cattivi esempi“.

Maria Saporito