Probabili formazioni Inter-Bologna: chance Forlan, recupera Pulzetti

Probabili formazioni Inter-Bologna – E’ l’ora della verità per l’Inter: i nerazzurri affrontano il Bologna nell’anticipo del venerdì e poi saranno impegnati in Champions League contro il Marsiglia. Due sfide che diranno molto del futuro dell’Inter, a partire da Ranieri (mai in discussione ma due passi falsi potrebbero provocare scossoni) ma anche per ogni singolo giocatore: sono tutti in discussione. Ad affrontare l’Inter c’è un Bologna che non ha nulla da perdere e spera di riuscire in un’impresa stile Novara.

Inter – Ranieri ritrova Julio Cesar (che stringe i denti nonostante i malanni alla schiena) ma perde Alvarez (guai muscolari) e Milito e Stankovic (febbre). Maglia da titolare, quindi, per Diego Forlan che agirà con Sneijder e Zanetti (esterno alto per dare equilibrio alla manovra) alle spalle di Pazzini. In mediana spazio a Poli al fianco di Cambiasso, mentre in difesa Maicon e Nagatomo solcheranno le fasce, con Lucio e Ranocchia al centro. Ecco il probabile schieramento dei nerazzurri: (4-2-3-1) Julio Cesar; Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo; Cambiasso, Poli; Zanetti, Sneijder, Forlan; Pazzini. A disposizione: Castellazzi, Chivu, Cordoba, Palombo, Obi, Faraoni, Castaignos. Allenatore: Ranieri.Indisponibili: Milito (3 giorni), Stankovic (3 giorni), Alvarez (7 giorni),  Samuel (5 giorni), Guarin (10 giorni). Squalificati: nessuno.

Bologna – Pioli avrà a disposizione anche Pulzetti, che addirittura potrebbe partire dall’inizio come esterno destro. In attacco Di Vaio unica punta, con Taider e Ramirez a supporto. Mediana granitica con Perez e Mudingay, mentre Morleo coprirà l’intera fascia sinistra. Raggi , Portanova e Antonsson i difensori davanti a Gillet. Ecco la probabile formazione dei felsinei: (3-4-2-1) Gillet; Raggi, Portanova, Antonsson; Pulzetti, Mudingayi, Perez, Morleo; Taider, Ramirez; Di Vaio. A disposizione: Agliardi, Cherubin, Garics,  Rubin, Kone, Diamanti, Acquafresca. Allenatore: Pioli. Indisponibili: Loria (4 giorni). Squalificati: nessuno.

Edoardo Cozza