La Cina si accorda con gli USA: il cinema americano sarà più tutelato

Accordo tra USA e Cina – Il vice presidente degli Stati Uniti Joe Biden, dopo un incontro con il vice presidente cinese Xi Jinping, ha annunciato che le due nazioni hanno stretto un nuovo accordo che renderà più facile distribuire i film realizzati dagli studios americani e dai registi indipendenti sul mercato cinese.

Distribuzione estera – L’accordo mette fine ad una lunga disputa tra Stati Uniti e Cina che poneva dei controlli statali molto rigidi per i film stranieri. L’amministrazione Obama stava cercando da mesi di ottenere dei miglioramenti della situazione e il nuovo trattato avrà la durata provvisoria di cinque anni, al termine dei quali si verificheranno i possibili benefici.
La Motion Picture Association of America si è dichiarata molto soddisfatta dell’annuncio di Biden che segna un passo importante per ottenere una percentuale maggiore sui profitti degli incassi ottenuti all’estero e che permetterà un aumento percentuale del 50% di film americani distribuiti sul mercato cinese.

Soddisfazione – I vertici della Disney hanno applaudito l’accordo: “La Cina è una delle nazioni più popolose al mondo e questo accordo rappresenta un’opportunità significativa per offrire agli spettatore cinesi un maggiore accesso ai nostri film“. Gli Stati Uniti hanno infatti ottenuto la possibilità di importare in Cina un maggior numero di film in formato 3D e destinato alle sale IMAX, ma non solo. La Independent Film & Television Alliance ha sottolineato come il settore dei film indipendenti trarrà un grande beneficio dalle nuove percentuali di guadagno degli incassi e dall’aumento delle sale in cui sarà possibile distribuire le opere.

Beatrice Pagan