Sciatori morti a Cortina

Dispersi da ieri – Erano usciti per un’escursione dalla quale non sono mai rientrati i due sciatori di 48 e 50 anni . Da ieri sera risultavano dispersi. I due Mario Sardi, di Treviso, e Giovanni Gellera, di Conegliano, erano entrambi scialpinisti esperti: Sardi era istruttore della disciplina, mentre Gellera era un imprenditore noto alle cronache per essere stato accusato di aver provocato una slavina nel 2009 mentre effettuava un fuoripista, processato ma poi assolto.

Travolti da una valanga – I due sarebbero stati travolti da una valanga sul Monte Cristallo, nel bellunese, e precisamente nel canale Bernardi, a quota 2.200 metri. Le ricerche sono state effettuate dagli uomini del Soccorso alpino di Cortina d’Ampezzo.

Il cane da valanga – Gli sciatori deceduti erano sepolti sotto metri di neve e sono stati ritrovati grazie all’ausilio di un cane da valanga in forza al Soccorso alpino e dal segnale dell’Arva, il localizzatore di persone fondamentale quando si pratica scialpinismo, ancora acceso, addosso a uno dei due. Secondo quanto ricostruito dai soccorritori, i due stavano risalendo a piedi il canalone per effettuare la discesa sul versante opposto, nonostante le condizioni meteo non favorevoli e il forte vento che si era abbattuto sulla zona. Si sta inoltre cercando si comprendere se la slavina sia stata provocata dalla situazione meteorologica o dal loro passaggio.

Marta Lock