Altri 130 miliardi alla Grecia

 I soldi che diamo alla Grecia – Oggi a Bruxell si terrà il vertice dell’Eurogruppo per concedere alla Grecia un prestito di 130 miliardi di euro. L’incontro tra i ministri delle Finanze dei Paesi europei era previsto mercoledì scorso ma è stato rinviato per la mancata adesione della Grecia ad alcune richieste fondamentali del parlamento europeo.

Il debito – La Grecia dovrà coprire il debito di bilancio per il 2012 e questo richiede tagli di circa 325 milioni di euro. Già nella scorsa settimana è stata approvata una manovra da 3,3 miliardi di euro, ma si aspettano ulteriori tagli alle pensioni e a sussidi statali per le famiglie numerose per colmare il debito. Intanto nel Paese a migliaia protestano contro l’austerità del governo.

Il fallimento –  Molti dei Paesi dell’Unione europea non sono convinti che il governo greco riuscirà a coprire il debito, così questi 130 miliardi potrebbero essere versarti i un fondo bloccato dall’Europa, che deciderà come investirli. Questo ingente prestito potrebbe però non essere sufficiente a salvare la Grecia dalla bancarotta. Secondo alcune stime del Fondo Monetario Internazionale (FMI), di questo passo la Grecia riuscirà a ridurre il suo debito pubblico solo al 129 per cento del PIL entro il 2020 (oggi è al 160), una soglia eccessivamente alta per  l’FMI.

Michela Santini