Serie A, Roma-Parma 1-0: Borini rilancia i giallorossi


Roma-Parma 1-0 – Una Roma convincente ha la meglio su un Parma piuttosto deludente e rinunciatario per gran parte del match. Finisce 1-0 con rete decisiva al 26’ del primo tempo dell’ex Fabio Borini. Ma lo score potrebbe essere ben più largo se gli uomini di Luis Enrique non avessero sciupato le tante occasioni avute nella ripresa. Con questa vittoria, i giallorossi si rilanciano pesantemente nella corsa all’Europa che conta visti anche gli stop delle altre, Lazio e Udinese comprese.

Borini gol – Nella Roma rientrano dal 1’ De Rossi – squalificato a Siena – e Osvaldo, dopo l’infortunio muscolare subito a gennaio. Il rientro di Capitan Futuro risulterà determinante per gli equilibri della squadra. Dall’altra parte Donadoni fa un po’ di turn-over: in attacco al fianco di Giovinco c’è Palladino, mentre Floccari non va nemmeno in panchina.
Parte meglio il Parma che prova a tenere palla e crea un pericolo nei primi minuti: su un cross di Palladino, Giovinco non ci arriva per un soffio e la difesa giallorossa libera. Ma non bisogna attendere molto per vedere salire in cattedra la Roma con il solito possesso palla. I padroni di casa recriminano per due episodi in area: prima Zaccardo colpisce Totti, poi Ferrario commette fallo di mano. In entrambi i casi, l’arbitro Peruzzo lascia proseguire. Al 26’ arriva la rete di Borini, al sesto centro stagionale. L’attaccante dell’Under 21 batte Mirante con un diagonale chirurgico che si insacca all’angolino. La reazione degli ospiti non c’è e Donadoni perde pure Palladino per un problema muscolare. Al suo posto entra un altro ex: Okaka.

Occasioni sprecate – La ripresa è tutta di marca giallorossa, con i padroni di casa che spingono molto alla ricerca del raddoppio. Il protagonista di questa parte del match è il portiere gialloblù Mirante, chiamato subito in causa da Osvaldo dopo una bella azione personale. Dall’altra parte, Stekelenburg si oppone bene con i piedi a Okaka. Sarà l’unico tiro verso la porta dei ducali in tutta la partita. D’ora in poi è un monologo giallorosso. Totti, che festeggia le 700 presenze da professionista, si esibisce in un gran controllo in piena area ma poi sciupa malamente. Il capitano sarà poi ammonito e salterà la prossima sfida di campionato perché diffidato. Mirante è chiamato agli straordinari con un doppio intervento nella stessa azione su Lamela prima e Taddei poi. Fa il suo esordio intanto il neo acquisto Marquinho. E anche il brasiliano cerca il raddoppio, ma ancora una volta Mirante dice di no. Arriva così una vittoria che ridà morale e fiducia a tutto l’ambiente giallorosso.

Miro Santoro