Concordia: trovati otto corpi, sale il numero delle vittime

Otto da questa mattina – Sono otto in totale i corpi recuperati sul ponte quattro della Costa Concordia, indicato come il punto di ritrovo per l’abbandono della nave ma completamente invaso dall’acqua durante il naufragio. Le ricerche dei dispersi si sono concentrate in quel corridoio grazie alle testimonianze dei superstiti che hanno indicato il punto nel quale li hanno visti per l’ultima volta. Si cercano ancora gli altri corpi, anche se le operazioni proseguiranno lentamente a causa della difficoltà operativa di ricerca dovuta alla posizione del ponte rispetto all’assetto del relitto.

Ancora 11 dispersi – A seguito dei ritrovamenti di questa mattina, tra i quali anche il corpo della piccola Dayana, la bimba di 5 anni di Rimini in crociera con il papà, il bilancio totale delle vittime sale a 25, mentre risultano ancora disperse 11 persone. La mamma della piccola, che aveva sperato fino all’ultimo di poter ritrovare viva la sua bambina, ha fatto sapere tramite il suo legale che la notizia del ritrovamento “pesa come un macigno” e di voler procedere con l’azione legale contro la Costa Crociere.

Altri 7 indagati – Intanto la Procura di Grosseto ha notificato altri sette avvisi di garanzia a carico di quattro ufficiali e tre funzionari della Costa Crociere, che, attraverso un comunicato, ha espresso solidarietà nei loro confronti e fiducia nella loro competenza tecnica e correttezza etica.

Marta Lock