Le “Sirene di Capossela”, una app per smartphone e tablet

Sirene di Capossela app – Il primo “non disco” della nuova era digitale. È Sirene di Capossela, una app per smartphone e tablet, per iPhone, iPod e iPad, il primo progetto multimediale italiano nel campo della musica che consente di contenere video, audio, testi, foto e di essere “interattivi”, consentendo cioè a chi li usa di avere la possibilità di scegliere cosa vedere, ascoltare, leggere, e di interagire, con un interfaccia “touch” che consente allo “spettatore” di toccare alcuni oggetti, di spostarli sullo schermo, di far apparire video o audio, di sfogliare “libri” o giornali,  album fotografici o altro. L’originale trovata interattiva di Capossela è un “singolo”, come il vecchio e tanto amato 45 giri, con due brani il lato A e il lato B del disco in vinile, due canzoni meravigliose del repertorio del cantautore, in una versione inedita, dal vivo. Due canzoni che si possono ascoltare, ma anche vedere, due video realizzati appositamente per questa applicazione.

L’originale app di Capossela – Il lancio dell’applicazione multimediale con la presentazione di due nuove canzoni inedite non è però tutto. Il “singolo” della nuova era digitale contiene, infatti, qualcosa in più. Nell’app ci sono i testi delle due canzoni da leggere, c’è una lunga intervista con Capossela da poter vedere e ascoltare, con Vinicio che parla di “Le Sirene” e “Calypso”, i due brani in questione, raccontandone la genesi, i segreti, i misteri. Nell’app, che si può navigare ruotando un timone che porta nelle diverse aree, ci sono anche molte altre cose, come una galleria fotografica di Capossela, una lunga biografia dell’autore e un omaggio, una timeline esaustiva e un testo, scritto da Ernesto Assante e Gino Castaldo, che introduce il mondo artistico e fantastico di Vinicio.

Dario Morciano