Serie A, Bologna – Fiorentina 2-0: felsinei compatti, viola malfatti

Serie A, Bologna – Fiorentina  – Il recupero della ventunesima giornata di Serie A tra Bologna e Fiorentina mette a confronto le due squadre più altalenanti della stagione: i felsinei, reduci dalla vittoria contro l’Inter per 3 a 0, avevano incassato tre pareggi consecutivi, ma dall’arrivo di Stefano Pioli avevano dimostrato, sì, maggior solidità, ma anche imprecisione nell’infilare filoni di risultati. Dall’altro lato la Fiorentina di Delio Rossi, reduce dalla sconfitta per 3 a 0 contro il Napoli, risultato a specchio dei rossoblu, era riuscita ad ottenere due vittorie di fila cavalcando l’onda dell’estro di Jovetic. Qualcosa è andato diversamente al Dall’Ara, dove a trionfare sono stati gli emiliani, sotterrando i viola con due reti di Diamanti e Ramirez.

Subito Diamanti – La sintesi di una gara che regala ben poche emozioni sta nel vedere quanto crea la Fiorentina e quanto non riescano a concretizzare Amauri e Jovetic: l’attaccante ex Juventus soffre la scarsa preparazione atletica, che già contro il Napoli l’aveva reso quasi inefficace, mentre il montenegrino sembra non essere in giornata positiva. Alla mezz’ora arriva il primo acuto dei felsinei con Di Vaio, nel ruolo di assist man, che serve Diamanti alla perfezione: l’ex centrocampista di Brescia e West Ham deve solo depositare in rete senza problemi. Il primo tempo finisce sull’ 1 a 0 per Pioli.

Olivera chiude anzitempo – Nel secondo tempo la partita della Fiorentina, già difficile di per sé, si complica ulteriormente: al 50′ Olivera rifila una gomitata a Diamanti lanciato in area di rigore e riceve un’espulsione diretta. Rossi perde il centrocampista per almeno tre giornate così facendo. In inferiorità numerica, la Fiorentina subisce il torello del Bologna, che nel finale trova il goal con Ramirez, che di tacco punisce Boruc. Dopo qualche minuto sia Pulzetti che Kone sfiorano la terza marcatura, ma i rossoblu finiscono per accontentarsi del doppio vantaggio.

Mario Petillo