Basket, Eurolega: stasera le italiane obbligate a vincere

 

Basket, Eurolega– Servono due imprese. Scendono in campo stasera Bennet Cantù ed Emporio A7 Milano, nella quinta e penultima giornata delle Top 16 di Eurolega. E se solo la matematica tiene in piedi le speranze della squadra meneghina, gli uomini di Trinchieri devono necessariamente battere il Barcellona per continuare a sperare. Si gioca  quasi in contemporanea, ore 20.45(21 ad Atene), ma nessuna delle due partite vede sulla carta favorite le italiane. Come già accennato, al PalaDesio arriva la squadra blaugrana, ferita dalla sconfitta(90-76) subita dal Real Madrid nella coppa del Re disputata in casa, ma alla ricerca di quella vittoria che blinderebbe, con una giornata di anticipo, qualificazione ai quarti e primato nel girone. Quattro punti di vantaggio e scontri diretti favorevoli potrebbero indurre, un po’ come per Siena ieri, il Barca a giocare per difendersi, ma è difficile che una squadra del genere possa accontentarsi di una sconfitta di misura, proprio come fatto da Siena stessa in lotta fino all’ultimo pallone, ragion per cui servirà l’ennesima impresa ad una Cantù uscita comunque bene dalla Coppa Italia e che già nella gara di andata(65-60 per gli spagnoli) ha messo molto in difficoltà al Palau Sant Jordi la squadra di Xavi Pascual. Serve vincere, perché in contemporanea il Maccabi difficilmente perderà con uno Zalgiris fuori dai giochi e se Cantù dovesse perdere andrebbe sotto di una vittoria con gli israeliani ed anche con lo scontro diretto sfavorevole: l’eliminazione sarebbe matematica.

 

Ultima chance per Milano- Difficile, se non impossibile, anche il compito che attende l’EA7, in campo ad OAKA, parquet casalingo del Panathinaikos. I greci guidano(3 vinte-1 persa) il girone in compagnia dell’Unics Kazan, mentre Milano e Fenerbahce hanno il bilancio esattamente opposto. È evidente che un’ulteriore sconfitta metterebbe fine all’Eurolega di Milano, che nel frattempo ha tagliato uno dei potenziali ex di questa serata come Drew Nicholas, che è intanto chiamata a vincere per poi sperare nella matematica. Ma, caratteristica comune alle italiane, il calendario non aiuta, perché anche in questo caso i greci, già vittoriosi 78-57 all’andata al Forum, cercano comunque una vittoria per avere la certezza della qualificazione e giocarsi il primo posto nell’ultima giornata contro l’Unics.

 

Donatello Viggiano