Foggia: altro suicidio in carcere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:19

Si è impiccato – E’ stato trovato strangolato dal cordino della sua tuta il detenuto di 36 anni, Ottavio Mastrochirico, in carcere per l’omicidio di una donna di 84 anni compiuto durante un tentativo di rapina nel maggio del 2006. Mastrochirico si era introdotto in casa dell’ottuagenaria insieme alla sua compagna per un furto, ma, sorpresi sul fatto l’avevano uccisa a calci e pugni.

Trovato da una guardia – L’uomo, che aveva avuto problemi con altri detenuti, si trovava da solo all’interno della sua cella. Durante il normale controllo mattutino una guardia carceraria si è accorta di quanto fosse successo e ha tentato di rianimare il detenuto, ma purtroppo l’uomo era già morto. Quello di oggi è il terzo suicidio avvenuto nel carcere foggiano dall’inizio dell’anno.

Sovraffollamento – Anche il carcere di Foggia si trova in condizioni di forte sovraffollamento, come molti altri istituti penitenziali italiani, infatti a fronte di una capienza di 371 detenuti se ne riscontrano attualmente ben 750. La situazione fortemente critica è stata denunciata dall’Osapp, l’Organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria, che si sta muovendo attivamente per migliorare le condizioni dei detenuti e allo stesso tempo la situazione lavorativa di tutti gli addetti all’interno delle carceri, costretti ad operare in condizioni di forte stress e scarsa sicurezza.

Marta Lock

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!