Milan, Ibrahimovic salta la Juve. Respinto il ricorso della società rossonera

Milan, Ibrahimovic – Niente sconti con con chi è recidivo. Zlatan Ibrahimovic salterà il match scudetto, di sabato prossimo a San Siro, tra il suo Milan e la Juventus. La Corte di Giustizia federale della Figc ha infatti respinto il ricorso del club rossonero che chiedeva un turno di sconto sulle tre giornate di squalifica, dopo l’espulsione per lo schiaffo a Totò Aronica durante la partita con il Napoli del 5 febbraio scorso. Lo svedese paga, dunque, la recidività: nella stagione 2004-2005 Zlatan, che all’epoca militava nella Juventus, fu fermato per tre giornate con l’ausilio della prova televisiva per un fallo commesso su Cordoba durante una partita contro l’Inter. Anche in quell’occasione il ricorso presentato dai bianconeri fu respinto e lo svedese saltò il big match con il Milan dell’8 maggio 2005. In quella sfida, i bianconeri riuscirono comunque a vincere 1-0 con una rete di Trezeguet.

Comunicato Ufficiale del Milan – La reazione della società rossonera non si è fatta attendere. Attraverso un comunicato ufficiale, il club di Via Turati ha giudicato così la la decisione della Corte di Giustizia federale di confermare le 3 giornate di squalifica al proprio tesserato: “E’ stato commesso un grave errore giuridico. La decisione della Corte di Giustizia Federale è ingiusta, perchè ha applicato una sanzione destinata agli atti violenti, ad un atto che violento non è stato“. A questo punto Allegri potrebbe lanciare Pato, che anche oggi si è allenato e sembra in discrete condizioni. I tifosi del Diavolo sperano in una  grande prestazione del Papero, come quella contro l’Inter nel derby di ritorno dello scorso anno, conclusasi con una sua doppietta, che lanciò il club rossonero verso la conquista dello scudetto.

 

Giuseppe Ferrara