Sciopero generale dei trasporti confermato per il 1° marzo

Quattro ore di stop – Tutti i trasporti si fermeranno per quattro ore nella giornata di giovedì 1° marzo per protestare contro le decisioni del governo che non hanno fatto che aggravare la situazione già critica del nostro paese. Dal fermo resteranno esclusi solo i trasporti aerei e la regione Sardegna, che ha già previsto uno sciopero generale per il 13 dello stesso mese.

I sindacati – Tutte le sigle di categoria hanno aderito all’agitazione, e in particolare Filt, Fit e Uilt hanno organizzato una manifestazione di protesta per il 28 e 29 febbraio a Roma dalle 10 alle 13 proprio davanti alla sede del Ministero dei Trasporti.

Bus, tram e metropolitane – I primi in ordine di tempo a fermare il servizio saranno autobus, tram e metropolitane di Roma con inizio dello stop dalle 8 e 30 alle 12 e 30, seguiti da Milano, dalle 8 e 45 alle 12 e 45, e da Napoli dalle 9 alle 13, solo per citare le principali città. Il traffico ferroviario si fermerà dalle 14 alle 18, mentre per i treni notturni gli addetti si fermeranno per le ultime quattro ore del servizio. Navi e traghetti tarderanno di 4 ore la partenza sugli orari previsti, mentre le ultime quattro ore del servizio vedranno fermi camionisti, addetti alle autostrade, all’Anas, e all’autonoleggio, al soccorso stradale, alle autoscuole e alle funivie. Gli addetti ai porti sciopereranno invece nelle ultime due ore del servizio.

Marta Lock