Domenica Cinque: Il caso “Concordia” con le dichiarazioni dell’avvocato Giacinto Canzona e del finto naufrago Gabriele Bezzoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:42

 

Domenica Cinque-   A “Domenica Cinque”  si torna a parlare degli nuovi sviluppi  sul caso “Concordia” con le dichiarazioni dell’avvocato Giacinto Canzona e del finto naufrago Gabriele Bezzoli.

L’avvocato e il finto naufrago- Oggi, domenica 26 febbraio 2012 alle ore 16.05, ci sarà un nuovo appuntamento domenicale con “Domenica Cinque”, il programma di intrattenimento a cura della testata giornalistica Videonews. Nel corso della puntata odierna, verranno mostrate due interviste che riguarderanno la ‘tragedia’ della “Costa Concordia” (che nella notte del 13 gennaio di quest’anno, nei pressi dell’Isola del Giglio, fiore all’occhiello dell’Arcipelago Toscano e che ne ha causato il parziale affondamento): all’avvocato Giacinto Canzona e a Gabriele Bezzoli, che ha “interpretato” il ruolo del finto naufrago. Entrambi riveleranno inediti retroscena sulla vicenda che li ha visti protagonisti della cronaca delle ultime settimane.

I numerosi  misteri- Tutto era iniziato quando venerdì 10 febbraio  Striscia la Notizia si era interrogato sull’autenticità delle foto mostrate a “Domenica Inche ritraevano  insieme con il suo compagno la donna che avrebbe abortito in seguito allo stress per il naufragio della nave Costa Concordia. La conduttrice del programma contenitore di RaiUno, Lorella Cuccarini si è scusata per l’errore, riferendo che l’avvocato della coppia, Giacinto Canzona, aveva ammesso di aver fornito delle foto di persone diverse dai protagonisti della vicenda. Poi i protagonisti di una puntata  di “Verdetto Finale”  i cui contendenti erano intervenuti per una causa di separazione, assomigliavano stranamente  proprio alla coppia in questione. E per finire il mistero, c’è stato anche il ‘cambio dell’accento’: infatti la  signora, intervistata per le trasmissioni “Domenica In” e “Pomeriggio 5”, parlava con cadenza laziale, mentre la donna, intervenuta in studio a “Domenica 5”, si esprimeva con inflessione  lombarda.

Maria Luisa L. Fortuna