Roma Capitale, Monti: tavoli su vendita caserme per liquidità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:25

A breve saranno avviati tavoli tecnici sulla cessione delle caserme nella città di Roma e sui problemi, in generale, di liquidità che affliggono la capitale. È ciò che sarebbe emerso durante l’incontro di oggi tra il presidente del Consiglio, Mario Monti, e il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, durante il quale si è provveduto anche ad una rapida approvazione del secondo decreto legislativo su Roma Capitale.

Due tavoli tecnici. “È stato deciso di istituire nell’immediato due tavoli tecnici per trovare soluzioni concrete a questi due aspetti, il primo – relativo alla questione caserme –  fra presidenza del Consiglio, Roma Capitale, ministero dell’Economia e finanze, e ministero della Difesa, e il secondo – concernente il problema della liquidità – tra presidenza del Consiglio, ministero dell’Economia e finanze, Roma Capitale e Regione Lazio”, recita una nota di Palazzo Chigi.

Le prospettive di sviluppo della capitale. Gianni Alemanno, dopo il no del Governo alla candidatura olimpica di Roma, aveva inviato a Monti una lettera in cui chiedeva all’esecutivo di sostenere le altre prospettive di sviluppo della capitale. “Da parte del presidente del Consiglio c’è una grande attenzione nei confronti di Roma Capitale, proprio per tutelare qualsiasi problema o malinteso”, ha dichiarato Alemanno al termine della riunione a Palazzo Chigi. Il sindaco ha parlato di “un cordiale e positivo colloquio su tutti i temi connessi a Roma Capitale. Ci sarà una nota congiunta da parte mia e del presidente del Consiglio che darà l’agenda degli interventi e delle previsioni”.

M.N.