Serie A, Lazio-Fiorentina 1-0: decide il solito Klose

Lazio-Fiorentina 1-0 – Dopo la sonora sconfitta di Palermo e il caos-allenatore che ha tenuto banco per tutta la settimana, la Lazio si rialza e sconfigge una Fiorentina sempre più in crisi. La rete decisiva la mette a segno al 36’ il solito Miroslav Klose alla tredicesima marcatura stagionale. Il tedesco, ancora una volta, è letale per i viola, che nel 2010 furono estromessi dalla Champions League proprio da un gol dell’allora attaccante del Bayern Monaco in collaborazione con il pessimo arbitro Ovrebo. E anche nella serata dell’Olimpico le polemiche arbitrali non sono mancate con la Fiorentina che si è vista annullare un gol ingiustamente.

Klose decide – La Lazio è in emergenza: troppo lunga la lista tra infortunati e squalificati. Reja si affida al 4-2-3-1 con Klose unica punta e alle spalle il rientrante Mauri, Hernanes e Lulic. La Fiorentina deve rinunciare ad Amauri e in coppia con Jovetic c’è Ljajic.
Sono i padroni di casa a fare la partita ma senza pungere più di tanto. La la Fiorentina, dal canto suo, prova a impensierire la retroguardia biancoceleste con un tentativo di Romulo nei primi minuti che si spegne a lato e poi con Lazzari ben murato da Scaloni. Nel frattempo, altra tegola per Reja: si fa male anche Lulic (risentimento muscolare) e al suo posto entra Candreva. Un cambio che sembra portare fortuna perché al primo vero affondo, la Lazio passa. Sugli sviluppi di un corner, la palla arriva a Hernanes che inventa splendidamente in verticale per Klose, il tedesco si ritrova davanti a Boruc, lo dribbla e deposita in rete a porta vuota. Passano 5 minuti e i biancocelesti vanno vicini al raddoppio: spunto di Klose sulla destra, palla all’indietro per Garrido che calcia a botta sicura ma trova la traversa.

Proteste viola – Delio Rossi corre ai ripari inserendo Salifu e Cerci al posto degli spenti Romero e Ljajic. L’ingresso dell’ex romanista cambia il volto alla Fiorentina. Al 53’ episodio-chiave del match: sugli sviluppi di un angolo, Nastasic svetta su tutti, Marchetti vola e respinge, la palla arriva poi a Cerci che insacca. Il gol viene annullato perché l’attaccante viola è in fuorigioco (che c’è). Dal replay, però, si nota che l’ultimo tocco è di un difensore della Lazio, di Biava e dunque la rete doveva essere convalidata. Non era comunque un episodio semplice da valutare. È la Fiorentina a condurre il gioco nella ripresa, ma Klose trova comunque il modo per rendersi pericoloso al 61’ quando, spalle alla porta, si gira ma calcia alto. Dall’altra parte, Lazzari ingaggia un piccolo duello con Marchetti, che blocca un paio di conclusioni non certo irresistibili dell’ex cagliaritano. Nel finale, è il neo entrato Kozak ad andare vicino al raddoppio, ma la sua conclusione è ribattuta da Pasqual. Per la Lazio arrivano così tre punti d’oro che le permettono di mantenere il terzo posto alla pari con l’Udinese.

Miro Santoro