Serie A, Napoli-Inter 1-0: la zampata di Lavezzi stende i nerazzurri

Napoli-Inter 1-0 – Il big match del San Paolo tra Napoli e Inter si conclude sul punteggio di 1-0 per i padroni di casa. E’ bastata infatti la zampata vincente di Lavezzi a stendere i nerazzurri ormai nel pieno della crisi peggiore degli ultimi anni. Nonostante le tante occasioni da rete, il Napoli non riesce a dilagare e deve difendere il minimo vantaggio fino all’ultimo secondo di gioco. Nel finale, a dar carica alla rincorsa degli ospiti c’è da segnalare l’espulsione di Aronica che ha costretto i suoi a faticare più del previsto per portare a casa i 3 punti.

Spettacolo spumeggiante – Per un maggior equilibrio tattico, Mazzarri decide di inserire Dzemaili al posto di Hamsik squalificato lasciando fuori l’ex Pandev. Ranieri deve invece rinunciare in extremis a Chivu, sostituito da Faraoni con il consecutivo spostamento di Nagatomo sull’out sinistro. Parte subito a testa bassa il Napoli che ci prova prima con Inler e poi con Lavezzi, ma il risultato resta invariato. Intorno alla mezz’ora sono sempre gli azzurri a rendersi pericolosi prima con un bel tiro di Dzemaili deviato prontamente da Julio Cesar, e poi con un’incornata di Cavani che sfiora il palo dando l’illusione del gol. A 2′ dal termine si vede l’Inter che va vicinissima al vantaggio grazie ad un calcio piazzato di Sneijder che per poco non si insacca. 0-0 all’intervallo.

Lavezzi decisivo – Ranieri mischia le carte viste le difficoltà incontrate nei primi 45′ di gioco. Entrano Pazzini e Cordoba per Sneijder e Forlan, ridisegnato quindi l’assetto tattico. E’ però ancora il Napoli a rendersi pericoloso con Maggio che di testa sfiora il vantaggio. Poco dopo però arriva la rete del Pocho: uno-due tra Dzemaili e Cavani, lo svizzero imbecca Lavezzi che dal limite dell’area trafigge Julio Cesar con un bel destro a giro. Gli azzurri non sono sazi e sugli sviluppi di un corner sfiorano il raddoppio con Dzemaili che di testa va vicinissimo alla gloria personale. Lo svizzero ci riprova subito dopo ma Julio Cesar è bravo a mettere in angolo. Il Napoli spreca l’incredibile e si complica la vita a 10′ dal termine. Aronica perde il pallone al limite dell’area e atterra Faraoni diretto in porta: espulsione diretta. Gli ultimi minuti sembrano interminabili per gli azzurri, ma gli ospiti riescono solo con Pazzini ad impensierire seriamente De Sanctis. Dopo 3′ di recupero, Bergonzi fischia la fine sull’1-0 per i partenopei.

Giuseppe Carotenuto