Mass Effect 3: l’attesa sta per terminare

Mass Effect 3 – Cosa c’è di più originale di un gioco di ruolo ambientato nello spazio? Mass Effect è la saga monumentale che sta attirando un seguito di pubblico non indifferente: partito un pò in sordina con il primo capitolo, la serie di Bioware ha fatto il botto con il secondo episodio, quel Mass Effect 2 più improntato all’azione che grazie ad una trama interessante, alla differenziazione delle razze e delle abilità dei personaggi ha appassionato milioni di videogiocatori. Mass Effect 3 invece si colloca come tipologia di gioco a metà tra la capacità ruolistica del primo titolo e l’azione sfrenata del secondo, proponendo una longevità senza pari, vicina alle 40 ore di gioco (senza missioni secondarie).

Gdr in orbita – Il nuovo capitolo della saga di Bioware permette di personalizzare il personaggio non solo dal punto di vista dell’aspetto fisico o delle armi, ma a seconda delle scelte che faremo rispondendo a domande a risposta multipla determineremo il passato del comandante Shepard, il nostro alter ego, scegliendo i nostri compagni d’avventura e molto altro: tutto ciò influirà sulla nostra avventura. Ma c’è di più: all’inizio della vicenda ci sarà chiesto se voler avviare il gioco secondo la modalità Azione (dove gli scontri a fuoco saranno più difficili), Gioco di ruolo (privilegerà l’aspetto tipico dei giochi di ruolo) o Storia (che darà grande enfasi alla narrazione abbassando il livello di difficoltà complessivo). Un gioco modellato sul giocatore, che non mancherà di stupire: l’attesa è quasi terminata, il gioco sarà disponibile a partire dal 9 marzo.

R. A.