Olanda: la clinica della morte a domicilio

 La clinica della dolce morte – i chiama “Levenseindekliniek” il nuovo servizio offerto dall’Olanda che porterebbe la “dolce morte” a domicilio. Si tratta di un team di infermieri e dottori che si spostano in tutto il Paese per praticare l’eutanasia nei pazienti sofferenti e irrimediabilmente compromessi. Un servizio gratuito e a domicilio che si sta rivelando molto utile: più di un migliaio di richieste ogni anno.

Questa “clinica di fine vita” è stata avvitata da dall’Associazione per una morte volontaria (NVVE) di Amsterdam e chiunque può richiedere i servigi del team. Mentre nel resto del mondo l’eutanasia, come aiuto al suicidio, è un reato, nei Paesi Bassi dal 2002 è una pratica consentita se sono soddisfatte determinate condizioni. Tra queste c’è la necessita della richiesta volontaria e ponderata del paziente e la classificazione della malattia come “insopportabile e senza speranza”. Ogni singola richiesta di eutanasia deve essere inoltre approvata da un’apposita commissione composta da un medico, un giurista e un esperto di etica. Ogni anno circa 2300 olandesi praticano la morte assistita.

Michela Santini