Vendola raddoppia: Veltroni è la destra pulita

Il governatore della Puglia, Nichi Vendola, intercettato ieri dall’emittente televisiva Vista, ha affondato un nuovo colpo all’indirizzo di Walter Veltroni. L’ex segretario del Pd, indispettito dalle valutazioni poco lusinghiere (sul suo conto) consegnate da Vendola a un giornale, aveva convocato una conferenza stampa per riabilitare il suo orgoglio di uomo di sinistra e richiedere le scuse del governatore, ma in risposta ha ottenuto solo un nuovo affondo.

Contenuti inaccettabili – Vendola lascia o raddoppia? Stando a quanto dichiarato ieri ai microfoni di Vista, si direbbe che il presidente della Regione Puglia abbia scelto di raddoppiare. E di fornire un nuovo piccato contributo alla querelle intavolata con Walter Veltroni. “Io non sono interessato a una polemica con la persona Walter Veltroni, a una polemica astiosa e personalistica – ha premesso ieri Vendola – ma se Veltroni propone l’abbattimento dell‘articolo 18, la precarizzazione del lavoro, la ricetta Marchionne per quanto riguarda il futuro dell’Italia sono tutte cose legittime, ma lontane dal programma di centrosinistra“.

La destra dal volto pulito – “Ho l’impressione che questi siano contenuti socialmente di destra – ha rincarato il leader di Sel – e che si prefiguri una campagna elettorale in cui si contrastano due destre: una populista, leghista, parafascista e con tutti i connotati negativi che abbiamo conosciuto in questi ultimi anni e un’altra rigorista, pulita, linda, per bene, stilisticamente presentabile”.

Maria Saporito